STORIA DELL'ARCHEOLOGIA CLASSICA MODULO I

DOCENTE: BIANCA MARIA GIANNATTASIO
ANNO: 2016-2017
SSD: L-ANT/07
CFU: 6

Questo Insegnamento è parte di
65352 ARCHEOLOGIA CLASSICA, CRISTIANA E MEDIEVALE (LM) (12 CFU)

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: SCIENZE DELL'ANTICHITA': ARCHEOLOGIA, FILOLOGIA E LETTERATURE, STORIA (2016-2017)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Lineamenti di storia dell'archeologia e le grandi scoperte archeologiche.

La ripresa dell’antico (10 ore: prof. Alba Bettini)

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

R. BIANCHI BANDINELLI,  Introduzione all'archeologia,  Laterza, Bari 1975.

M.BARBANERA, Storia dell'archeologia classica in Italia. Dal 1764 ai giorni nostri, Laterza, Bari 2015.

Inoltre:

G.CANTINO WATAGIN, Archeologia e "Archeologie". Il rappporto con l'antico fra mito, arte e ricrca, in S.Settis (a cura di), Memoria dell' Antico nell'arte italiana, vol. I, Einaudi, Torino 1984, pp. 171-217.

C.FRANZONI, La tradizione negli occhi. L'arte del mondo romano, in S.Settis (a cura di), Civiltà dei romani. Un liguaggio comune, Mondadori, Milano 1993,  pp. 268-292.

S.SETTIS, Ostentatio, potentiae, doctrina antiquitatis: l'antico e l'arte "nuova", circa 1230-1260, in Il senso della memoria, Atti dei Convegni dei Lincei 195, Accademia dei Lincei, Roma 2003, pp. 71-95.

Metodi di Accertamento

L'esame si svolgerà in parte con un'esposizione in aula di un tema trattato nel corso delle lezioni ed in parte con una verifica orale, che intende accertare  la conoscenza degli argomenti trattati, la capacità di contestualizzarli criticamente, la chiarezza espositiva e la proprietà del linguaggio.

Si richiede la frequenza alle lezioni; chi è impossibilitato a frequentare, è tenuto a contattare il docente per definire un programma alternativo.

Obbiettivi Formativi

L'insegnamento si propone di fornire gli strumenti per ricostruire i modi ed i più significativi percorsi attraverso i quali l'uomo ha riscoperto il proprio passato,dall'antichità al medioevo, dal rinascimento all'illuminismo, fino all'epoca delle grandi scoperte archeologiche.

The course aims to provide the tools to reconstruct the means and the most important paths through which man rediscovered the past, from antiquity to the Middle Ages, from the Renaissance to the Enlightenment, until the time of the great archaeological discoveries.


Curriculum Docente

Laureata in Lettere Classiche (a.a. 1970/71) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Genova; Assistente Ord. dal 1978; PA di Archeologia della Magna Grecia (L-ANT/07) dal 1986, tiene gli insegnamenti di Archeologia della Magna Grecia (Laurea magistrale) e di Archeologia e storia dell’arte greca e romana (Corso in Conservazione dei beni culturali). Direttore della Scuola di Specializzazione in Archeologia classica (2002-2008); Presidente del CdS in Conservazione dei beni culturali (2006-2011); fa parte della Scuola di Dottorato di culture classiche e moderne e del Consiglio della Scuola di Specializzazione in beni archeologici. E’ membro del Consiglio Scientifico-Didattico di ICoN-Italian Culture on the Net, con sede presso l’Università di Pisa.
Ha condotto scavi in Liguria (Grotta Pollera; Vobbia-GE; Bergeggi-SV), in Sicilia (Thapsos; Naxos). Ha collaborato con le Soprintendenze Archeologiche della Liguria, della Sicilia Orientale, di Cagliari e Oristano. Dal 1990, come membro della Missione Archeologica Nora, organizza campagne di scavo, anche a scopo didattico, a Nora (CA), incentrando il proprio interesse sul settore nord-occidentale della città verso la zona portuale.
Attualmente è Coordinatore della LM2-LM15-Scienze dell'Antichità.
Interessi di studio e ricerca: età del ferro in Liguria: cultura materiale e traffici commeciali del Mediterraneo; organizzazione urbana del quartiere nord-occidentale di Nora e studio del materiale proveniente dallo scavo  (dal VI sec.a.C. al VI/VII sec. d.C.); scultura romana; trasmissione dell’antico e recezione dei modelli antichi; problematiche dei beni culturali dalla tutela alla valorizzazione. Su tali argomenti, confluiti in diverse pubblicazioni (più di ottanta tra monografie, curatele, articoli e recensioni) ha curato ed organizzato convegni nazionali ed internazionali.