ECONOMIE E SOCIETA' DELL'EUROPA ORIENTALE (LM)

DOCENTE: ROBERTO SINIGAGLIA
ANNO: 2016-2017
SSD: M-STO/03
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: SCIENZE STORICHE (2016-2017)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Utopia e realtà dell'Unione sovietica

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

A. Graziosi, L'Unione sovietica (1914-1991), il Mulino, Bologna, 2011

R. Sinigaglia, Dalla dissoluzione dell'URSS alla Russia di Putin, in «Nuvole», n. 42 (www.nuvole.it), novembre 2009

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Utopia e realtà dell'Unione sovietica

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

A. Graziosi, L'Unione sovietica (1914-1991), il Mulino, Bologna, 2011
R. Sinigaglia, Dalla dissoluzione dell'URSS alla Russia di Putin, in «Nuvole», n. 42 (www.nuvole.it), novembre 2009

H. Rogger, La Russia pre-rivoluzionaria (1881-1917), il Mulino, Bologna, 1992

Metodi di Accertamento

L'obiettivo è quello di verificare la capacità di operare collegamenti tra vari momenti storici con padronanza e chiarezza espositiva. Saranno inoltre effettuate periodiche verifiche scritte su temi specifici del corso, la cui valutazione concorrerà alla formulazione del voto finale.
L'esame finale si svolgerà in forma orale.

Obbiettivi Formativi

Offrire allo studente, oltre a un'introduzione storico-critica e bibliografica sulle'Europa orientale in etĂ  moderna e contemporanea, l'opportunitĂ  di confrontarsi con i momenti centrali della storia economica e sociale di quest'area.

Curriculum Docente

 Ho sviluppato la mia attività scientifica prevalentemente nel settore slavistico con particolare attenzione alla storia della Russia nell’età moderna e contemporanea. I temi trattati sono stati: la rivoluzione russa, il movimento populista, la tecnica russa nel Settecento, i rapporti diplomatici tra la repubblica di Genova e la Russia di Caterina II. Sono in contatto con l’Istituto storico italo-romeno dell’Università di Cluj-Napoca. All’interno del mio dipartimento ho dato vita al CeSEO (centro studi sull’Europa orientale) dotato di una biblioteca di circa tremila volumi (spesso non altrimenti reperibili in Italia) pubblicati nelle lingue inglese, francese, tedesca, russa, romena, italiana.