ETICA (LM)

DOCENTE: DOMENICO VENTURELLI
ANNO: 2016-2017
SSD: M-FIL/03
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: METODOLOGIE FILOSOFICHE (2016-2017)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Titolo del corso:Etica, Metafisica, Ontologia.

Programma per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 6 cfu. 

Etica, Metafisica, Ontologia.

Prima di ogni comprensione e di ogni conoscenza, persino quando, avvolti dall’oscurità e prigionieri dell’apparenza, non vediamo che ombre, c’è già con noi una luce. L’allegoria platonica della caverna è dominata da questo pensiero. La sua interpretazione è per noi il necessario avvio di un cammino di pensiero che – tramite la lettura guidata di brani di Platone, Kant, Heidegger, Levinas – offre indicazioni molto rilevanti sui più recenti e promettenti svolgimenti del filosofare contemporaneo, segnato dalla questione fondamentale del rapporto, ancor tutto da chiarificare, di etica, metafisica, ontologia... L’intreccio problematico è tale da chiamare in causa l’essenza stessa del filosofare, il concetto originario della verità e, con esso, l’idea del bene, l’a- priorità del bene al di là dell’essere, al di là del sapere ...  

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Platone, La Repubblica (VII 517 a - 521 b), testo greco a fronte, Milano, BUR 1993.

I. Kant, Critica della ragion pura, Prefazioni 1781 e 1787, Utet, Torino 2005.

I. Kant., Che cosa significa orientarsi nel pensiero?, Adelphi, Milano, 1996.

M.Heidegger, Dell’essenza della verità (1930), La dottrina platonica della verità (1940), in: Id., Segnavia, Adelphi, Milano, 1987.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Senza mutare tema e filo conduttore del corso, il secondo modulo d’insegnamento ne integra e ne svolge ulteriormente i contenuti.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Platone, La Repubblica, testo greco a fronte, Milano, BUR 1993 (Resp., VII 517 a - 521 b).

I. Kant, Critica della ragion pura, Prefazioni 1781 e 1787, Utet, Torino 2005.

I. Kant, Che cosa significa orientarsi nel pensiero?, Adelphi, Milano, 1996.

M.Heidegger, Dell’essenza della verità (1930), La dottrina platonica della verità (1940), in: Id., Segnavia, Adelphi, Milano, 1987.

E. Levinas-A.Peperzak, Etica come filosofia prima, Guerini, Milano, 1993.

A. Caracciolo, La filosofia come metafisica, in La religione come struttura e come modo autonomo della coscienza, il melangolo, Genova 2000.

Metodi di Accertamento

Verifica in itinere non di contenuti meccanicamente appresi, ma della capacità di interpretazione ed elaborazione personale dei classici della filosofia. Colloquio finale su temi e autori che costituiscono l'oggetto del corso.

Obbiettivi Formativi

Obiettivo dell'insegnamento è favorire l'interrogazione critica sul luogo aporetico dell'etica nell'inizio greco della filosofia e sull'etica come 'filosofia prima' nelle correnti più vitali del pensiero moderno e contemporaneo. Promuovere lo studio dell'intera tradizione platonico-aristotelica e l'indagine dei nessi etica-metafisica, etica-ontologia, etica-linguaggio, etica-religione, etica-politica, etica-storia da Kant ai nostri giorni. Concorrere alla formazione di personalità autonome, dotate di spirito critico e creativo, capaci d'orientarsi in ogni ambito della vita pubblica.

Curriculum Docente

     

Laureato nel 1971 a Genova con il filosofo Alberto Caracciolo. Dal 1971 al 1987 è stato borsista, contrattista, ricercatore confermato. Dal 1987 al 1991 professore straordinario di Filosofia della Storia presso l'Università della Calabria. Dal 1991 ad oggi professore ordinario di Filosofia morale nell'Ateneo genovese. È autore di numerosi libri, saggi, articoli e curatele.

L’attività didattica si è conformata ai suoi principali centri di interesse: la filosofia platonico-aristotelica e le scuole dell'etica antica; il criticismo kantiano e l’idealismo trascendentale; l’ermeneutica, la fenomenologia, le filosofie della vita e dell’esistenza tra Otto e Novecento; lo studio dei rapporti etica/metafisica, etica/politica, etica/economia, etica /religione in autori moderni e contemporanei: Spinoza, Kant, Hegel, Schleiermacher, Feuerbach, Marx, Nietzsche, Dilthey, Heidegger, Levinas; la valorizzazione di alcune figure di filosofi italiani del '900: Labriola, Croce, Gentile, Levi, Martinetti, Caracciolo, Pareyson, Piovani. 

L’atteggiamento socratico, il rifiuto di ogni verità precostituita e l’esigenza di una comunicazione illimitata sono i tratti distintivi del suo insegnamento, fondamentalmente rivolto alla chiarificazione del carattere storico dell’esistenza e all’orientamento etico e religioso degli individui in un mondo plurale.