TEORIE DELLA COMUNICAZIONE

DOCENTE: CARLO PENCO
ANNO: 2016-2017
SSD: M-FIL/05
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: INFORMAZIONE ED EDITORIA
MUTUAZIONI:
METODOLOGIE FILOSOFICHE (2016-2017) 6 CFU
METODOLOGIE FILOSOFICHE (2016-2017) 9 CFU
STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO (2016-2017) 9 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Nel corso si studieranno le principali tematiche della pragmatica linguistica, e in particolare il ruolo dell'implicito nella conversazione. Dato che il corso si rivolge anche a possibili futuri giornalisti, si faranno esercitazioni e discussioni su quali sono i diversi modi in ci l'informazione viene trasmessa in modo implicito, spesso a scapito della chiarezza. Per chi ha già studiato filosofia del linguaggio questo corso comporta un approfondimento di alcune tematiche appena accennate, in particolare quelle rigardanti le teorie di Austin e Grice. Gli studenti di filosofia peraltro potranno aprofondire alcuni aspetti legati alla trattazione formale dei problemi di forma logica che verranno risparmiati agli studenti di altri corsi di laurea che non abbiano fatto esami di logica. Temi specifici: l'idea di terreno comune della conversazione; il ruolo delle presupposizioni nella comunicazione; implicature conversazionali e cancellabilità; la semantica dell'aggiornamento; la metafora e altre figure del discroso; dire quasi la stessa cosa (il problema della traduzione), azioni linguistiche e logica della cortesia.

Altre informazioni verranno date su AULAWEB

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

F. Domaneschi-C.Penco Come non detto, Laterza, Bari (lettura introduttiva)

F. Domaneschi, Introduzione alla Pragmatica, Carocci, Roma (manuale - sarà seguito durante tutto il corso)

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Come sopra, più articoli che verrano indicati durante le lezioni e riportati su AULAWEB

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Come sopra, più articoli che verrano indicati durante le lezioni e riportati su AULAWEB

Metodi di Accertamento

Prova scritta intermedia (non obbligatoria e a sorpresa)

tesina scritta da fare a casa

prova orale (e per chi segue per 9 CFU la possibilità di una presentazine in classe)

Obbiettivi Formativi

L'insegnamento di Teoria della comunicazione intende presentare agli studenti due dei principali problemi della discussione filosofica sulle strutture della comunicazione e in particolare: (1) il passaggio dalla visione della comunicazione come codifica/decodifica alla teoria della comunicazione come capacità inferenziale; (2) il problema di cosa dobbiamo condividere per poter comunicare. Si presenteranno in questo contesto i problemi connessi con alcune delle teorie più influenti (Grice, Davidson, Dummett, Relevance Theory) e si faranno esercitazioni in classe sia sulla interpretazione di dialoghi o brevi spot pubblicitari, sia sull'analisi della comunicazione nei social networks e nel giornalismo on-line e nella presentazione museale.


Curriculum Docente

Ho deciso di dedicarmi alla filosofia dopo aver seguito le lezioni e partecipato a stupende conversazioni con Annagrazia Papone (docente di Storia della filosofia contemporanea). Laureato nel 1972 a Genova con Evandro Agazzi, ho conseguito nel 1977 il diploma di specializzazione postlaurea in Filosofia della Scienza con una tesi sulla filosofia della matematica di Wittgenstein (referenti: Evandro Agazzi, Andrea Levi e Romeo Crippa). A quel tempo in Italia non esisteva ancora il Dottorato di ricerca. Ho studiato a Cambridge con Timothy Smiley e a Oxford con Michael Dummett, di cui ho curato l'edizione italiana di Frege, Philosophy of language. Ho insegnato logica e filosofia della scienza all'Università di Lecce dal 1989 al 1992. Ho passato un periodo di ricerca a Pittsburgh seguendo un seminario di Robert Brandom e John McDowell. Nel 2014 ho lavorato presso lo Institute of Philosophy della "School of Advanced Study" dell'Università di Londra. Il mio lavoro di ricerca è strettamente collegato alla didattica, che vuole tenere gli studenti aggiornati sulle discussioni attuali in filosofia del linguaggio. La mia Introduzione alla filosofia del linguaggio (Laterza, 7a edizione 2013) e un'antologia sul problema dei confini tra semantica e pragmatica (con F. Domaneschi: What is Said and What is Not: CSLI Publication, Standord) sono due lavori fatti in questo senso. Nel campo della ricerca ho lavorato su Frege, Wittgenstein, e problemi di confine tra semantica e pragmatica, pubblicando su diverse riviste tra cui Epistemologia, Grazer Philosophische Studien, Languge, Cognition and Neuroscience, Philosophia, Philosophical Investigations, Pragmatic and Cognition, Theorema, Theoria.... Informazioni più dettagliate sul mio CV si trovano alla pagina: http://www.dafist.unige.it/dif/epi/hp/penco/
---
I have studied with Annagrazia Papone and Evandro Agazzi in Genoa, where I had my degrees in 1972 and 1977. I studied in Cambridge with Timothy Smiley and in Oxford with Michael Dummett (I translated into Italian his book Frege, Philosophy of laguage). I taought Logic and Philosophy of Science at the University of Lecce until my arrival to the University of Genoa in 1992, where I teach now philosophy of language. See my CV at http://www.dafist.unige.it/dif/epi/hp/penco/