FILOSOFIA DELLA RELIGIONE

DOCENTE: ROBERTO CELADA BALLANTI
ANNO: 2016-2017
SSD: M-FIL/01
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: FILOSOFIA (2016-2017)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Metamorfosi del divino. Figure e forme della nuova spiritualità tardo-moderna.

Il corso intende documentare le forme e i modi in cui Dio o gli dèi, tutt’altro che in esilio nel nostro tempo, sono sottoposti a costanti metamorfosi, riflettendo filosoficamente su fenomeni che la sociologia ha qualificato in termini di diaspora del sacro, meticciato, puzzle o bricolage, dispersione delle credenze, mobilità delle appartenenze, e vuole, a partire da ciò, interrogare la destinazione etico-religiosa dell’uomo.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1) R. Kearney, Ana-teismo. Tornare a Dio dopo Dio, Fazi, Roma 2012.


2) E. Paci, Una religiosità senza religioni. Spirito, mente e corpo nella cultura olistica contemporanea, Guida, Napoli 2015.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1) Metamorfosi del divino. Figure e forme della nuova spiritualità tardo-moderna.

Questa parte del corso intende documentare le forme e i modi in cui Dio o gli dèi, tutt’altro che in esilio nel nostro tempo, sono sottoposti a costanti metamorfosi, riflettendo filosoficamente su fenomeni che la sociologia ha qualificato in termini di diaspora del sacro, meticciato, puzzle o bricolage, dispersione delle credenze, mobilità delle appartenenze, e vuole, a partire da ciò, interrogare la destinazione etico-religiosa dell’uomo.

2) Analisi di un classico: i "Discorsi sulla religione" di F.D.E. Schleiermacher. 

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1)  R. Kearney, Ana-teismo. Tornare a Dio dopo Dio, Fazi, Roma 2012.

E. Paci, Una religiosità senza religioni. Spirito, mente e corpo nella cultura olistica contemporanea, Guida, Napoli 2015.

2)  F.D.E. Schleiermacher, Sulla religione. Discorsi a quegli intellettuali che la disprezzano, Queriniana, Brescia 1989.


O. Brino, Introduzione a Schleiermacher, Laterza, Roma-Bari 2010.

Metodi di Accertamento

L'esame si svolgerà in forma orale. 

Obbiettivi Formativi

Enucleare, a partire da un metodo fenomenologico e trascendentale, la natura e la struttura peculiare dell’esperienza religiosa, come forma autonoma e distinta da altri domini dello spirito (etico, estetico, metafisico). Evidenziare come tale categorizzarsi autonomo della religione costituisca l’effetto di un lungo travaglio analitico e di un processo speculativo i cui germi sono rinvenibili agli inizi dell’età moderna, e il cui approdo è la nascita della filosofia della religione come peculiare forma di sapere.

Curriculum Docente

Roberto Celada Ballanti si è laureato presso l’Università di Genova prima in Giurisprudenza, poi in Filosofia. Nel 2000 ha ottenuto l’idoneità a professore associato nel settore scientifico-disciplinare M-FIL/01 (Filosofia teoretica), e nel 2005 è stato chiamato dall’Università di Genova. Ha ottenuto l’abilitazione a ordinario nei settori di Filosofia teoretica e Filosofia morale. Prese le mosse da una monografia su Gabriel Marcel, i suoi originari interessi per l’esistenzialismo si sono presto orientati verso Karl Jaspers. In seguito, la ricerca sul pensiero religioso liberale e sui rapporti tra religione e storia lo ha spinto a focalizzare gli studi sul pensiero moderno, e in modo particolare sul pensiero di Leibniz e sulle relazioni tra teodicea e storia. È attualmente impegnato, oltre che a precisare lo statuto storico-teoretico della filosofia della religione, nell’accezione moderna del termine, nello studio dei classici della filosofia del dialogo interreligioso, in particolare dei dialoghi d’invenzione, dall’età patristica a Lessing.