STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE

DOCENTE: CLARIO DI FABIO
ANNO: 2016-2017
SSD: L-ART/01
CFU: 12

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (2016-2017)
MUTUAZIONI:
LETTERE (2016-2017) 9 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Arte paleocristiana: monumenti e manufatti artistici. Roma, Milano. Ravenna
Arte di età longobarda: Pavia, Castelseprio, Cividale
L'arte dell'età carolingia e ottoniana
Italia ed Europa fra XI e XII secolo: monasteri, pellegrinaggi, strade
Architettura, scultura e città in Italia nel XII secolo
Architettura del Duecento fra Europa e Italia
Pittura del Duecento in Italia
Scultura in Italia da Federico II al primo Trecento
Pittura e arti suntuarie nei centri artistici italiani fra Due e Trecento: Roma, Assisi, Firenze, Siena
Avignone e il "Gotico internazionale"

al corso si affianca (in orari diversi, da concordare a inizio d'anno) il seguente seminario (facoltativo) creditizzato di 20 ore (10 incontri di 2 ore ciascuno):

Saper vedere l'architettura: lo spazio medievale dal Tardo Antico al Trecento
affidato alla dr.ssa Cristiana DI CERBO, dottore di ricerca e cultore della materia

contenuti didattici:

introduzione: nozioni di "spazio architettonico" e di "storia dell'architettura"

I sezione: strumenti (pianta, sezione e fotografia) da utilizzare nella lettura dei manufatti architettonici.
II sezione: le "età dello spazio": storia dell'architettura come storia delle civiltà, della cultura e della mentalità, e come risultato di presupposti
sociali, intellettuali, tecnici, e di intersezione con la produzione figurativa e la coeva concezione estetica.
III sezione: modi e metodi di approccio allo studio di un edificio (analisi urbanistica; analisi architettonica; analisi volumetrica; analisi dei partiti
decorativi; analisi dimensionale (scala).

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Antonio PINELLI, Le ragioni della bellezza. 2. Dalla Tarda Antichità a Giotto, Loescher Editore, Torino 2012

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Arte paleocristiana: monumenti e manufatti artistici. Roma, Milano. Ravenna
Arte di età longobarda: Pavia, Castelseprio, Cividale
L'arte dell'età carolingia e ottoniana
Italia ed Europa fra XI e XII secolo: monasteri, pellegrinaggi, strade
Architettura, scultura e città in Italia nel XII secolo
Architettura del Duecento fra Europa e Italia
Pittura del Duecento in Italia
Scultura in Italia da Federico II al primo Trecento
Pittura e arti suntuarie nei centri artistici italiani fra Due e Trecento: Roma, Assisi, Firenze, Siena
Avignone e il "Gotico internazionale"
Fra Italia ed Europa nel primo Quattrocento: arti suntuarie, pittura, scultura

al corso si affianca (in orari diversi, da concordare a inizio d'anno) il seguente seminario (facoltativo) creditizzato di 20 ore (10 incontri di 2 ore ciascuno):

Saper vedere l'architettura: lo spazio medievale dal Tardo Antico al Trecento
affidato alla dr.ssa Cristiana DI CERBO, dottore di ricerca e cultore della materia

contenuti didattici:

introduzione: nozioni di "spazio architettonico" e di "storia dell'architettura"

I sezione: strumenti (pianta, sezione e fotografia) da utilizzare nella lettura dei manufatti architettonici.
II sezione: le "età dello spazio": storia dell'architettura come storia delle civiltà, della cultura e della mentalità, e come risultato di presupposti
sociali, intellettuali, tecnici, e di intersezione con la produzione figurativa e la coeva concezione estetica.
III sezione: modi e metodi di approccio allo studio di un edificio (analisi urbanistica; analisi architettonica; analisi volumetrica; analisi dei partiti
decorativi; analisi dimensionale (scala).

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Antonio PINELLI, Le ragioni della bellezza, 2, Dalla Tarda Antichità a Giotto, Torino, Loescher, 2012; integrato (per l'ultimo punto del programma) da: Elena CERCHIARI, Pierluigi DE VECCHI, Arte nel tempo, Milano, Bompiani 1991 (e successive edizioni) , I, secondo tomo

E' inoltre richiesta la lettura di UN VOLUME A SCELTA fra i seguenti:

Enrico CASTELNUOVO, Arte delle città, arte delle corti tra XII e XIV secolo, Einaudi (PBE, ns), Torino  2009;

Carlo TOSCO, L' architettura medievale in Italia 600-1200, Il Mulino, Bologna 2016;

Michele TOMASI, L'arte del Trecento in Europa, Einaudi (PBE Arte 4), Torino 2012.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

Arte paleocristiana: monumenti e manufatti artistici. Roma, Milano. Ravenna
Arte di età longobarda: Pavia, Castelseprio, Cividale
L'arte dell'età carolingia e ottoniana
Italia ed Europa fra XI e XII secolo: monasteri, pellegrinaggi, strade
Architettura, scultura e città in Italia nel XII secolo
Architettura del Duecento fra Europa e Italia
Pittura del Duecento in Italia
Scultura in Italia da Federico II al primo Trecento
Pittura e arti suntuarie nei centri artistici italiani fra Due e Trecento: Roma, Assisi, Firenze, Siena
Avignone e il "Gotico internazionale"
Fra Italia ed Europa nel primo Quattrocento: arti suntuarie, pittura, scultura
Genova nel XII-XIII secolo: urbanistica, architettura, scultura

al corso si affianca (in orari diversi, da concordare a inizio d'anno) il seguente seminario (facoltativo) creditizzato di 20 ore (10 incontri di 2 ore ciascuno):

Saper vedere l'architettura: lo spazio medievale dal Tardo Antico al Trecento
affidato alla dr.ssa Cristiana DI CERBO, dottore di ricerca e cultore della materia

contenuti didattici:

introduzione: nozioni di "spazio architettonico" e di "storia dell'architettura"

I sezione: strumenti (pianta, sezione e fotografia) da utilizzare nella lettura dei manufatti architettonici.
II sezione: le "età dello spazio": storia dell'architettura come storia delle civiltà, della cultura e della mentalità, e come risultato di presupposti
sociali, intellettuali, tecnici, e di intersezione con la produzione figurativa e la coeva concezione estetica.
III sezione: modi e metodi di approccio allo studio di un edificio (analisi urbanistica; analisi architettonica; analisi volumetrica; analisi dei partiti
decorativi; analisi dimensionale (scala).

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

Antonio PINELLI, Le ragioni della bellezza, 2, Dalla Tarda Antichità a Giotto, Torino, Loescher, 2012;

integrato (limitatamente all'ultimo argomento del programma) da: Elena CERCHIARI, Pierluigi DE VECCHI, Arte nel tempo, Milano, Bompiani 1991 (e successive edizioni) , I, secondo tomo.

UN VOLUME A SCELTA fra i seguenti:

Enrico CASTELNUOVO, Arte delle città, arte delle corti tra XII e XIV secolo, Einaudi (PBE, ns), Torino 2009;

Carlo TOSCO, L' architettura medievale in Italia 600-1200, Il Mulino, Bologna 2016;

Michele TOMASI, L'arte del Trecento in Europa, Einaudi (PBE Arte 4), Torino 2012.

I DUE TESTI SEGUENTI:

Clario DI FABIO, voci Genova; Genova. Architettura; Genova. Scultura, in Enciclopedia dell'Arte Medievale, VI, Roma 1995, pp. 499 -523;

Genova nel Medioevo. Una capitale del Mediterraneo al tempo degli Embriaci, catalogo della mostra (Genova, Museo di Sant'Agostino) a cura di Clario DI FABIO, Piera MELLI, Loredana PESSA, Sagep, Genova 2016, pp. (obbligatorie solo le pagine indicate)

Metodi di Accertamento

L'esame è orale e prevede l'impiego delle immagini dei libri di testo e di quelle utilizzate a lezione, rese disponibili agli studenti.

La valutazione concernerà l'accertamento di conoscenze e competenze. Si verificheranno: la capacità di rispondere in aderenza e coerenza con la domanda proposta e la conoscenza specifica degli argomenti richiesti; il possesso di competenze linguistiche specifiche; la capacità di leggere e decodificare le immagini. Per ottenere l'eccellenza, il candidato dovrà mostrare la capacità di riconoscere e classificare i manufatti proposti e di istituire nessi anche di carattere interdisciplinare

Obbiettivi Formativi

L'insegnamento di “Storia dell'Arte Medievale” si pone l'obiettivo di fornire un panorama storico delle arti dell'Europa occidentale e bizantina fra l'età paleocristiana e il primo Quattrocento.


Curriculum Docente

Clario Di Fabio ha studiato nelle Università di Genova e Firenze. E’ stato direttore della Galleria di Palazzo Bianco, del Museo Sant’Agostino e del Museo del Tesoro della Cattedrale di Genova. Qui, ha progettato, realizzato e diretto il sistema dei Musei di Strada Nuova. Dal 2005 è professore associato in Storia dell’Arte Medievale (L-ART/01) presso l’Università di Genova. Insegna nel c.di l. in Conservazione dei Beni Culturali, nel c.di l. Magistrale in Storia dell’Arte e Valorizzazione del Patrimonio Artistico (di cui è il coordinatore), nella Scuola di Specializzazione, nel Dottorato. E' membro della Giunta del DIRAAS e del Consiglio della Scuola di Lettere e Filosofia. E’ autore di monografie e di molti saggi, in maggioranza dedicati alla produzione artistica medievale tra XI e XV secolo, editi in riviste italiane e straniere, atti di convegni e volumi miscellanei. Ha fatto e fa parte dei comitati di riviste internazionali (Revue de l'Art, Convivium) e svolge attività di referente per riviste italiane e straniere e per il MIUR.