LINGUA E CIVILTA' GRECA

DOCENTE: VALTER LAPINI
ANNO: 2016-2017
SSD: L-FIL-LET/02
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: LETTERE (2016-2017)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

La critica della polis esistente e la fondazione educativa dello stato ideale: lettura dei libri I-II della Repubblica di Platone.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

(1) Bruno Centrone, Prima lezione di filosofia antica, Laterza, Roma-Bari 2015.

(2) Franco Trabattoni (a cura di), Storia della filosofia antica, vol. 2: Platone e Aristotele, Carocci, Roma 2016.

(3) Matteo Nucci, Le lacrime degli eroi, Einaudi, Torino 2013.

(4) Platone. La Repubblica, introduzione di M. Vegetti, traduzione di F. Sartori, note di B. Centrone, Laterza, Roma Bari 1997 (più volte ristampata).

N.B. I testi non disponibili sul mercato saranno fotocopiati (nei limiti delle norme sul copyright) o sostituiti.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

La critica della polis esistente e la fondazione educativa dello stato ideale: lettura dei libri II-III della Repubblica di Platone.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

(1) Bruno Centrone, Prima lezione di filosofia antica, Laterza, Roma-Bari 2015.

(2) Franco Trabattoni (a cura di), Storia della filosofia antica, vol. 2: Platone e Aristotele, Carocci, Roma 2016.

(3) Matteo Nucci, Le lacrime degli eroi, Einaudi, Torino 2013.

(4) Platone. La Repubblica, introduzione di M. Vegetti, traduzione di F. Sartori, note di B. Centrone, Laterza, Roma Bari 1997 (più volte ristampata).

(5) Paolo Fai, Atene. Democrazia e teatro, Morrone, Caltanissetta 2015.

N.B. I testi non disponibili sul mercato saranno fotocopiati (nei limiti delle norme sul copyright) o sostituiti.

Metodi di Accertamento

METODI DI ACCERTAMENTO L’esame accerterà le competenze sui testi spiegati in aula e sui saggi riservati allo studio individuale. Sarà richiesto di leggere correttamente, e di tradurre in maniera sciolta, uno o più brani compresi nel programma, facendo seguire un commento grammaticale, filologico e letterario sulla base delle spiegazioni fornite dal docente durante il corso. Inoltre lo studente dovrà dimostrare di aver compreso contenuti e finalità dei vari saggi critici, esponendone i punti salienti in maniera chiara e sintetica.

N.B.

(1) Per poter seguire utilmente il corso è necessaria una buona conoscenza di base della lingua greca.

(2) Chi fosse impossibilitato a frequentare assiduamente dovrà concordare con il docente (w.lap@libero.it // 338-1880197), con congruo anticipo, un programma alternativo

Obbiettivi Formativi

L’insegnamento di “Lingua e civiltà greca” si propone di offrire gli strumenti per interpretare e approfondire, attraverso il contatto diretto con la lingua e la conoscenza dei suoi meccanismi espressivi, i più rilevanti aspetti sociali, politici, religiosi e filosofici della civiltà greca. Per il raggiungimento di tali obiettivi si ritiene necessaria la lettura in lingua originale e l’analisi orientata di un gruppo di testi significativi. Questa parte dell’insegnamento è oggetto del primo modulo. Una particolare rilevanza è attribuita alla mitologia greca, che rappresenta uno degli aspetti più significativi e caratterizzanti della civiltà antica. La grande storia sacra dei Greci è composta da un poderoso intreccio di cicli mitici, ricchi di personaggi e vicende complesse e famose, che hanno nutrito l’immaginario e le arti dei popoli in tutti i secoli successivi. A questa è dedicato il secondo modulo.


Curriculum Docente

Walter Lapini è professore ordinario di letteratura greca presso l’Università di Genova, dove insegna «Lingua e Civiltà Greca» per la triennale e «Lingua Greca e Generi Letterari» per la magistrale. Si è occupato di storiografia greca di età classica, teatro attico, filosofia presocratica, filosofia ellenistica, epigramma, filologia filosofica, papirologia. Ha affrontato questioni di variantistica, di esegesi lessicale e lessicografica, nonché di critica del testo e di metodologia ecdotica. È co-autore di una «Letteratura Greca» per il triennio del liceo classico (èdita da Loescher). Sta lavorando insieme ad Antonietta Porro a una «Letteratura Greca» per l’università (èdita dal Mulino). Fra le sue monografie più importanti: Il POxy. 664 di Eraclide Pontico e la cronologia dei Cipselidi, Olschki, Firenze 1996; Studi di filologia filosofica greca, Olschki, Firenze 2003; Capitoli su Posidippo, Edizioni dell’Orso, Alessandria 2007; Spinoza e le inezie puerili, Il Melangolo, Genova 2010; Testi frammentari e critica del testo. Problemi di filologia filosofica greca, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 2013; L’Epistola a Erodoto e il bios di Epicuro in Diogene Laerzio. Note testuali, esegetiche e metodologiche, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 2015.