STORIA MODERNA

DOCENTE: LUCA LO BASSO
ANNO: 2016-2017
SSD: M-STO/02
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: LETTERE (2016-2017)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Temi e problemi della storia d'Europa fra XV e XIX secolo.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

F. BENIGNO, L'età moderna. Dalla scoperta dell'America alla Reastaurazione, Roma-Bari, Laterza, 2005.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Temi e problemi della storia d'Europa fra XV e XIX secolo.

La Rivoluzione francese: storia, storie e storiografia.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

F. BENIGNO, L'età moderna. Dalla scoperta dell'America alla Reastaurazione, Roma-Bari, Laterza, 2005.

M. VOVELLE, La Rivoluzione francese 1789-1799, Milano, Guerini e Associati, 2016.

H. BURSTIN, Rivoluzionari. Antropologia politica della Rivoluzione francese, Roma-Bari, Laterza, 2016.

Metodi di Accertamento

Nell’esame, che si svolgerà in forma orale, verranno proposti all’esaminando/a uno o più argomenti specifici contenuti nei testi indicati. Si richiederà all’esaminando/a di illustrare tali argomenti con spirito critico, in modo corretto e articolato, e usando un linguaggio appropriato; si verificherà anche la sua capacità di stabilire nessi significativi con altri temi trattati nel medesimo testo o affrontati durante le lezioni.

Obbiettivi Formativi

Approfondire temi e problemi fondamentali della storia moderna attraverso la presentazione di diverse interpretazioni e prospettive storiografiche. Illustrare metodi e procedure della ricerca storica anche mediante esercitazioni sulle fonti, stimolando un approccio critico e una prima conoscenza dei criteri di costruzione del discorso storiografico.

Curriculum Docente

Luca Lo Basso (Professore Associato di Storia Moderna) si è laureato con il massimo dei voti in Storia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Genova nel febbraio 1998, con una tesi relativa alla guerra di corsa nel Mediterraneo del Settecento, vista dall'osservatorio sabaudo di Nizza-Villafranca, pubblicata come monografia nel 2002 con il titolo di In traccia de legni nemici. Corsari europei nel Mediterraneo del Settecento. Al tema della società e dell'economia corsara sono seguiti gli studi sulle galee e sul reclutamento dei galeotti nell'età moderna, messi in opera durante il corso di dottorato in Storia sociale europea (XIV ciclo) frequentato dal 1 novembre 1999 al 31 ottobre 2002, sfociati nella tesi dal titolo Uomini da remo. Gestione delle galere e reclutamento dei galeotti nel Mediterraneo moderno. Modelli a confronto, discussa ed approvata, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, il 7 febbraio 2003 e successivamente pubblicata a Milano nel 2004 con il titolo di Uomini da remo. Galee e galeotti nel Mediterraneo in età moderna. Dal 2003 al 2005 è stato assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Storia moderna e contemporanea dell'Università di Genova, occupandosi rispettivamente della gestione delle galee private dei genovesi all'interno del sistema imperiale spagnolo e di transazioni economiche e speculazioni finanziarie legate al mercato degli schiavi nel Mediterraneo: si veda la monografia A vela e a remi. Navigazione, guerra e schiavitù nel Mediterraneo (secc. XVI-XVIII). Dal 2005 è ricercatore universitario a tempo indeterminato di Storia Moderna (M-STO/02) e a partire da tale anno ha insegnato rispettivamente le seguenti materie: Storia della Liguria in età moderna, Storia Moderna, Storia degli antichi stati italiani, Elementi e fonti della storia moderna, Storia navale e Storia marittima e navale discutendo come relatore e correlatore pù di 80 tesi. Ha insegnato inoltre Didattica della Storia alla Scuola di specializzazione per l'insegnamento nell'a.a. 2008-2009 e nel primo ciclo di TFA nelle classi A037-A050 nell’a.a. 2011-12. Dal 2006 è il delegato all'Orientamento del Corso di laurea in Storia e dal 2010 al 2012 è stato membro della commissione didattica della Facoltà di Lettere e Filosofia. Nel 2011 è stato nominato vicedirettore del Dipartimento di Storia moderna e contemporanea (Dismec). Dal 2009 è il referente di ateneo per gli accordi scientifici con l'Università di Zara. Autore di numerose pubblicazioni in tema di storia marittima e navale, ha collaborato al programma internazionale di ricerca NAVICORPUS, coordinato dall'Università di Nizza Sophia-Antipolis. Negli ultimi anni si è dedicato soprattutto ai temi della guerra navale, della navigazione mercantile nei suoi aspetti sociali, economici e giuridici e nella presenza degli operatori marittimi liguri nei mari del mondo in età moderna. Nel 2008 ha pubblicato, assieme ad Alessandro Carassale, la monografia Sanremo giardino di limoni. Produzione e commercio degli agrumi dell'estremo Ponente ligure (secoli XII-XIX), edita a Roma per i tipi di Carocci. Il tema degli attori protagonisti della storia marittima è ritornato nell'ultima monografia edita nel 2011, dal titolo Capitani, corsari e armatori. I mestieri e le culture del mare dalla tratta degli schiavi a Garibaldi. Inoltre ha pubblicato diversi contributi su volumi miscellanei e riviste nazionali e internazionali.
Nei primi giorni del 2012 ha fondato e dirige, presso il Dipartimento di Antichità, filosofia, storia dell'ateneo genovese, il Laboratorio di Storia Marittima e Navale (NavLab), che si propone di convogliare le ricerche di storia marittima e navale italiane, mescolando i contributi dei giovani studiosi con quello degli studiosi più affermati e di rapportare i progetti di ricerca nazionali con quelli di altre istituzioni accademiche europee. Nel 2012 è stato eletto nella Giunta del nuovo Dipartimento (DAFIST) e nel Consiglio della nuova Scuola di Scienze Umanistiche. A partire dal medesimo anno è stato nominato dal Rettore membro della Commissione d'Ateneo per il TFA e i PAS. Dal mese di aprile 2014 è stato nominato Delegato all’Orientamento della Scuola di Scienze Umanistiche. Dal primo novembre è professore associato di Storia Moderna. Nel mese di gennaio 2015 è stato nominato membro della Commissione di Ateneo per la formazione e la Didattica. Dal 12 febbraio 2015 è stato nominato coordinatore del dottorato in Studio e valorizzazione del patrimonio storico, artistico-architettonico e ambientale dell’Università di Genova. Dal 1° novembre 2015 stato eletto membro del Seanto accademico dell’Università di Genova. Sul piano scientifico: ha partecipato a due Prin (2007-2009) coordinati da L. Antonielli come membro dell’unità di ricerca di Genova; ha coordinato due PRA (2010-2012) ed infine è il responsabile scientifico dell’unità locale del Firb 2012 “Frontiere marittime nel Mediterraneo: quale permeabilità? Scambi, controllo, respingimenti (XVI-XXI secolo)”. Inoltre, è membro del comitato scientifico delle seguenti riviste: SFHM Société Française d'Histoire Maritime; Afers. Fulls de recerca i pensament Universitat de Valencia; Cahiers de la Méditerranée. Dirige inoltre la collana di studi del Laboratorio di Storia Marittima e Navale (NavLab) dell’editore Città del Silenzio.