LABORATORIO DI CREAZIONE DI IMPRESE CULTURALI

DOCENTE: LUCIANO ARGANO
ANNO: 2015-2016
CFU: 1

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (2015-2016)

Programma

Programma

OBIETTIVI:

Il laboratorio intende sviluppare capacità di auto-imprenditorialità finalizzate alla realizzazione di attività organizzate in forma d'impresa in campo culturale.

PROGRAMMA

Il laboratorio si suddivide in una introduzione generale e in tre parti.

L'introduzione prevede una ricognizione sui diversi ambiti organizzativi del mondo culturale, con particolare riguardo al settore dello spettacolo dal vivo e dell'audiovisivo, evidenziandone tipologie, funzionamento, dimensioni, fenomenologie, modelli di produzione ed erogazione.

La prima parte si sofferma sulla dimensione dei mercati delle imprese culturali, partendo dal profilo strategico (vocazioni, missione, visione, competenze distintive, orientamenti principali), per esplorare il rapporto con il contesto, la domanda reale e potenziale di consumo culturale, l'arena competitiva, arrivando così alla definizione del sistema d'offerta e ai sistemi produttivi. In questa parte sono forniti cenni di marketing culturale.

La seconda parte insiste sulla dimensione organizzativa dell'impresa culturale, con una panoramica delle forme giuridiche percorribili, degli aspetti amministrativi e del modello organizzativo e operativo d'attuare.

La terza parte considera la dimensione economico finanziaria, soffermandosi sia sulla struttura di bilancio, sia sulle fonti e forme di finanziamento.

MODALITÀ DIDATTICHE

Il laboratorio avrà un taglio pratico, con lezione frontale, esercitazioni in aula e con la stesura, a cura degli studenti, di un proprio progetto d'impresa culturale sotto forma di business plan.

La frequenza deve essere garantita per almeno 3 lezioni

Bibliografia

Suggerita la lettura di L. Argano, C. Brizzi, M. Frittelli, G. Marinelli L'impresa di spettacolo dal vivo. Officina Edizioni, Roma, edizione 2010

Metodi di Accertamento

Trattandosi di un Laboratorio non sono previsti esami, ma in ogni caso nel corso del suo svolgimento attraverso esercitazioni collettive sarà possibile valutare il grado di apprendimento critico degli argomenti trattati.

Obbiettivi Formativi

Il laboratorio insegna, con procedimenti applicativi pratici, a creare un'impresa teatrale, cinematografica e culturale.


Curriculum Docente

Esperto di project management culturale, è professore a contratto presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e l’Università degli Studi Roma Tre, oltre che in numerosi master della Luiss Business School, del Sole 24 Ore Formazione, dell’Università degli Studi di Bologna, della Fondazione Accademia della Scala di Milano. Dal 2015 collabora con l’Università degli Studi di Genova per il Laboratorio sulle imprese culturali.

Attualmente è inoltre Direttore Generale della Fondazione Cinema per Roma, di cui ha coordinato il Festival del Film di Roma dal 2007 al 2011, e Presidente della Commissione Teatro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. Fa parte inoltre nel Comitato di Redazione della Rivista di Economia della Cultura.

Dal 2012 al 2014 è stato project manager di Perugia 2019, città finalista al titolo di Capitale Europea della Cultura.

Ha iniziato la sua carriera dal 1979 al 1991 come Direttore organizzativo del Teatro Popolare di Roma, dal 1991 a dicembre 2000 è stato Direttore Organizzazione del Romaeuropa Festival, è stato consulente gestionale dal 1990 al 2007 per diversi organismi culturali pubblici e privati e ha fondato la Fitzcarraldo di Torino nel 2000.

Dal 2001 al 2006 come Senior Manager della ADHOC CULTURE, società di consulenza direzionale, si è occupato della progettazione e dello start up di alcuni contenitori culturali, tra cui l'Auditorium Parco della Musica disegnato da Renzo Piano, la Biblioteca Universitaria di Genova, Casa Paganini di Genova, la Fabbrica del Gioco e del Giocattolo di Cormano (Mi), il Teatro Era a Pontedera, il Museo del Viaggio di Lodi.

E’ autore di diversi libri e articoli sulla gestione culturale, tra cui il recente Manuale di progettazione della cultura (FrancoAngeli, 2012).