ANTROPOLOGIA FILOSOFICA

DOCENTE: ANGELO CAMPODONICO
ANNO: 2013-2014
SSD: M-FIL/03
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: FILOSOFIA (2013-2014)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Che cosa è l'uomo? Istituzioni di Antropologia filosofica

Si trattano i seguenti temi: oggetto e metodo dell'antropologia filosofica in rapporto alle altre discipline filosofiche e alle scienze naturali e umane. Diverse prospettive sull'antropologia filosofica. Il problema della specificità e dell'unità dell'uomo: corpo e psiche, natura e cultura, ragione e desiderio, razionalità speculativa e razionalità pratica. L'uomo come linguaggio, come "apertura all'essere", come "homo faber", come "homo oeconomicus", come essere morale e religioso. La dimensione intersoggettiva: individuo e società. L'uomo come persona.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Si richiede lo studio del volume A. Campodonico, L’uomo. Lineamenti di Antropologia filosofica, Rubbettino, Soveria Mannelli 2013 e di un testo fra i seguenti:

Aristotele, L'anima, Bompiani 1996.
Tommaso d'Aquino, Somma teologica I, qq. 75-83, vol. 5, ESD 1994.
M. de Montaigne, Saggi, Mondadori 1970.
B. Pascal, Pensieri, Bompiani 2001.
D. Hume, Trattato sulla natura umana, Laterza 2008.
I. Kant, Antropologia pragmatica, Laterza, 2001.
G.W. F. Hegel, Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio, parte III, Bompiani 1998.

S. Kierkegaard, La malattia mortale, SE 2008.

G. Leopardi, Zibaldone di pensieri, Mondadori 2004.

M. Scheler, La posizione dell'uomo nel cosmo, Armando 1999.
E. Cassirer, Saggio sull'uomo, Armando1968.
H. Plessner, I gradi dell'organico e l'uomo. Introduzione all'antropologia filosofica, Boringhieri 2006.
A. Gehlen, Prospettive antropologiche, Il Mulino 2005.
C. Taylor, Etica e umanità, Vita e Pensiero 2004.
H. Jonas, Organismo e libertà. Verso una biologia filosofica, Einaudi 2000.
R. Searle, Mente, linguaggio, società. La filosofia nel mondo reale, Cortina, Milano 2000.
R. Spaemann, Persone. Sulla differenza tra qualcosa e qualcuno, Laterza, Roma-Bari 2005.
C. Larmore, Pratiche dell'io, Meltemi, Roma 2006.
L. Baker, Persone e corpi, Bruno Mondadori, Milano 2007.
J. Dupré, Natura umana. Perché la scienza non basta, Laterza-Roma-Bari 2007.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1) Che cosa è l'uomo? Istituzioni di Antropologia filosofica
Si trattano i seguenti temi: oggetto e metodo dell'antropologia filosofica in rapporto alle altre discipline filosofiche e alle scienze naturali e umane. Diverse prospettive sull'antropologia filosofica. Il problema della specificità e dell'unità dell'uomo: corpo e psiche, natura e cultura, ragione e desiderio, razionalità speculativa e razionalità pratica. L'uomo come linguaggio, come "apertura all'essere", come "homo faber", come "homo oeconomicus", come essere morale e religioso. La dimensione intersoggettiva: individuo e società. L'uomo come persona.

2) Dignità, uguaglianza, libertà, beni comuni
Il corso si propone di approfondire ciascuno di questi concetti, evidenziandone i fondamenti nella storia del pensiero soprattutto moderno, e mettendoli in relazione gli uni con gli altri, allo scopo di interrogarsi sulla loro effettiva compatibilità, sul significato delle virtù sociali, sul nesso eventuale fra virtù private e virtù sociali e sulla loro incidenza sulla concezione complessiva dell’uomo come essere insieme temporale e con altri.
Si richiede lo studio del volume A. Campodonico, L’uomo. Istituzioni di Antropologia filosofica, Rubbettino, Rubbettino, Soveria Mannelli 2013 e di 1 testo fra i seguenti del I gruppo e di due testi di un II gruppo.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1) Aristotele, L'anima, Bompiani, Milano 1996.
Tommaso d'Aquino, Somma teologica I, qq. 75-83, vol. 5, ESD, Bologna 1994.
M. de Montaigne, Saggi, Mondadori, Milano 1970.
B. Pascal, Pensieri, Bompiani, Milano 2001.
D. Hume, Trattato sulla natura umana, Laterza, Roma-Bari 2008.
I. Kant, Antropologia pragmatica, Laterza, Roma-Bari, 2001.
G.W. F. Hegel, Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio, parte III, Bompiani, Milano 1998.
S. Kierkegaard, La malattia mortale, SE, Milano 2008.
M. Scheler, La posizione dell'uomo nel cosmo, Armando, Roma 1999.
G. Leopardi, Zibaldone di pensieri, Mondadori, Milano 2004.
E. Cassirer, Saggio sull'uomo, Armando, Roma 1968.
H. Plessner, I gradi dell'organico e l'uomo. Introduzione all'antropologia filosofica, Boringhieri, Torino 2006.
A. Gehlen, Prospettive antropologiche, Il Mulino, Bologna 2005.
C. Taylor, Etica e umanità, Vita e Pensiero, Milano 2004.
H. Jonas, Organismo e libertà. Verso una biologia filosofica, Einaudi, Torino 2000.

 

2) Aristotele, La politica, Laterza, Roma-Bari 1993.
I. Kant, Fondazione della metafisica dei costumi, Bompiani, Milano
J.S. Mill, La liberta, l’utilitarismo, l’asservimento delle donne, Rizzoli, Milano
A. de Tocqueville,  La democrazia in America, Rizzoli, Milano 1999.
S, Weil, La prima radice, SE, Milano 2007.
H. Arendt, Le origini del totalitarismo, Einaudi, Torino 2009.
J. Maritain, La persona e il bene comune, Morcelliana, Brescia 2009.
M. C. Nussbaum, Diventare persone. Donne e universalità dei diritti
F. Remotti, Contro natura. Una lettera al papa, Laterza, Roma Bari 2009.
R. Spaemann, Persone. Sulla differenza tra qualcosa e qualcuno, Laterza, Roma-Bari 2005.
R. Mordacci, Rispetto, Raffaello Cortina, Milano  2012
U. Beck, I rischi della libertà. L’individuo nell’epoca della globalizzazione, Il Mulino; Bologna 2000.
I. Berlin,  Uguaglianza in  Il fine della filosofia, Edizioni di Comunità, Milano 2002.
M. Walzer, Sfere di giustizia, Laterza, Roma-Bari 2007.
Donati A., Laicità. La ricerca dell’universale nelle differenze, Il Mulino, Bologna 2008.
E. Pulcini, La cura del mondo. Paura e responsabilità nell’erà globale, Boringhieri, Torino 2009.
A. Loretoni, A Pirni, Laicità e principio di non discriminazione, Rubbettino 2009.
N. Bobbio, Elogio della mitezza, Il Saggiatore, Milano 2010.
M. Mangini, Il liberalismo forte. Per un’etica pubblica perfezionista, Bruno Mondadori, Milano 2005.
A. Besussi, Disputandum est. La passione per la verità nel discorso pubblico, Boringhieri, Torino 2012.
Le virtù Philosophical News IV.
A. K. Sen, La diseguaglianza. Un riesame critico, Il Mulino, Bologna 1992.

Metodi di Accertamento

L'esame è orale. La bibliografia potrà essere integrata durante il corso. La scelta dei 3 testi a parte il volume L'uomo. Istituzioni di Antropologia filosofica deve essere concordata con il docente. Si potrà concordare un programma in parte diverso per studenti di altri Corsi di laurea.

Obbiettivi Formativi

Rispondere in modo razionalmente argomentato alla domanda ambiziosa, ma inevitabile “Chi é l'uomo?” servendosi degli apporti delle scienze e della riflessione filosofica. Fornire un quadro sintetico delle tematiche attinenti la disciplina e delle principali prospettive al riguardo. Approfondimento della conoscenza di almeno un classico e di un tema particolarmente significativo.

Curriculum Docente

Angelo Campodonico, nato a Rosario (Argentina) nel 1949 insegna, in qualità di professore ordinario in Filosofia morale, Antropologia filosofica, Introduzione alla Filosofia morale (Corso di laurea triennale in Filosofia), Filosofia pratica contemporanea e Temi di antropologia filosofica (laurea magistrale in Metodologie filosofiche). Coordinatore del Dottorato in Filosofia, ha compiuto soggiorni di studio e tenuto conferenze e seminari presso le Università di Oxford, Notre Dame, Salamanca, Barcellona, Pamplona, Namur, Buenos Aires, Santiago de Chile. Le sue principali linee di ricerca riguardano la riflessione sull'uomo tra natura, intersoggettività e cultura, il tema della natura, della norma e delle virtù in etica e le problematiche connesse all'interculturalità. Dirige il Centro interuniversitario Aretai. Center on Virtues. Ha scritto su Aristotele, Agostino, Tommaso, Hobbes, il pensiero cristiano del Novecento e l'etica angloamericana contemporanea, in particolare sulla Virtue Ethics. Home Page