STORIA DELLA COMUNICAZIONE NELL'ETA'CONTEMPORANEA (LM)

DOCENTE: FERDINANDO FASCE
ANNO: 2015-2016
SSD: M-STO/04
CFU: 6

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: SCIENZE STORICHE (2015-2016)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Comunicazione, media e consumi nel Novecento.

Obiettivo del corso è fornire una introduzione critica avanzata alla questione della comunicazione mediatica nel Novecento vista in rapporto con l'emergere di una società di massa, l'espansione dei mercati su scala nazionale e globale, le innovazioni tecnologiche, la crescita dei consumi e del tempo libero, la trasformazione dello sport e delle forme di esibizione e spettacolo dal vivo, lo sviluppo delle industrie culturali.
La prospettiva è multidisciplinare (storia e scienze sociali; società, economia e cultura) e transnazionale (Europa e Usa). Particolare attenzione viene riservata alla produzione e al consumo musicale di massa.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Testi relativi al programma per gli studenti frequentanti che utilizzano il programma da 6 cfu:
Peppino Ortoleva, Il secolo dei media, Saggiatore 2010
Patrice Flichy, Storia della comunicazione moderna, Baskerville, 1993.

Testi relativi al programma per gli studenti non frequentanti che utilizzano il programma da 6 cfu:
Peppino Ortoleva, Il secolo dei media, Saggiatore 2010
Asa Briggs-Peter Burke, La storia sociale dei media, Bologna, il Mulino, 2010

Metodi di Accertamento

Prova orale finale. 

Obbiettivi Formativi

Obiettivo del corso è fornire una introdiuzione critica alla questione della comunicazione mediatica nel Novecento vista in rapporto con l'emergere di una società di massa, l'espansione dei mercati su scala nazionale e globale, le innovazioni tecnologiche, la crescita dei comsumi e del tempo libero, la trasformazione dello sport e delle forme di esibizione e spettacolo dal vivo. La prospettiva è multidisciplinare (storia e scienze sociali; società, economia e cultura) e transnazionale (Europa e USA). Particolare attenzione viene riservata al rapporto fra media e comunicazione d'impresa.

Curriculum Docente

Ferdinando Fasce è professore ordinario di Storia Contemporanea nell’Università di Genova.

Si occupa di storia del lavoro; delle migrazioni; della cultura d’impresa, della comunicazione (pubblicità, PR e propaganda) e cultura di massa negli Stati Uniti e in Italia.

Formatosi all’Università di Genova Facoltà di Lettere come allievo di Raimondo Luraghi, ha lavorato presso gli uffici organizzazione e studi problemi del lavoro di Ansaldo e Italimpianti.

E’ stato consulente dell’Archivio Storico Ansaldo, del Mattatuck Museum (Connecticut) e di History Channel.

Ha insegnato per oltre un decennio all’Università di Bologna, Facoltà di Scienze Politiche.

E’ corresponding editor per l’Italia del Journal of American History, redattore delle riviste peer-reviewed “Contemporanea” e “Italian Americana” e membro dell’advisory board di European Journal of American Studies e Acoma..
Ha vinto l’Organization of American Historians Foreign-Language Book Prize per il miglior libro di storia americana in lingua straniera e lo CLR James Prize della Working-Class Studies Association per il miglior saggio di storia del lavoro.

E’ stato visiting lecturer presso Ohio State University, University of Kentucky, University of Tennessee, Florida International University; lecturer alla Harvard Business School e a Cambridge (UK); directeur d’etudes invitè all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, Parigi; fellow presso Hagley Museum e Hartman Center-Duke; borsista American Council of Learned Societies e Fulbright-Hays.

E’ stato coordinatore Nazionale di Progetti Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN) e vicepresidente dell’Associazione Italiana di Studi Nordamericani (AISNA).

Suoi saggi sono apparsi sulle riviste peer-reviewed “Connecticut History”, “LABOR”, “Journal of Communication Management”, “Reviews in American History” e “Journal of Historical Research in Marketing”.

Collabora a “Secolo XIX” e “L’indice”.

E’ autore, fra l’altro, di Una famiglia a stelle e strisce. Grande guerra e cultura d’impresa in America (il Mulino, 1993); Tra due sponde. Lavoro, affari e cultura tra Italia e Stati Uniti nell’età della grande emigrazione (Graphos, 1993); Democrazia degli affari. Comunicazione aziendale e discorso pubblico negli Stati Uniti, 1900-1940 (Carocci, 2000 2 ristampe); An American Family. The Great War and Corporate Culture in America (Ohio State University Press, 2002); I presidenti Usa. Due secoli di storia (Carocci, 2008 4 ristampe); con P. Rugafiori, Dal petrolio all’energia. ERG 1938-2008. Storia e cultura d’impresa (Laterza, 2008); Le anime del commercio. Pubblicità e consumi nel secolo americano (Carocci, 2012, 1 ristampa 2013); con Raffaella Baritono e Maurizio Vaudagna, Beyond the Nation. Pushing the Boundaries of U.S. History from a Transatlantic Perspective (Otto, 2013) e Irresistible Empire or Innocents Abroad? American Advertising Agencies in Postwar Italy, 1950s-1970s, in “Journal of Historical Research in Marketing”, feb. 2015.

Sta completando con Elisabetta Bini e Bianca Gaudenzi Comprare per credere. La pubblicità in Italia dalla belle époque a oggi (Carocci) e lavora a La musica del tempo. I Beatles e i sogni degli anni sessanta (Einaudi).