TRADIZIONI DELLA SCOLASTICA MEDIEVALE (LM)

DOCENTE: LETTERIO MAURO
ANNO: 2015-2016
SSD: M-FIL/06
CFU: 6

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: METODOLOGIE FILOSOFICHE (2015-2016)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

La filosofia come esercizio spirituale: Bonaventura da Bagnoregio

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Bonaventura, Itinerario dell’anima a Dio, Bompiani, Milano 2000

P. Hadot, Esercizi spirituali e filosofia antica, Einaudi, Torino 2005

Altri testi saranno distribuiti a lezione a cura del docente e/o messi a disposizione su Aulaweb

Gli studenti che non possono frequentare le lezioni sono invitati a prendere contatto col docente (e-mail: 3830@unige.it; 010-209-9775).

Metodi di Accertamento

L'esame è orale. Esso mira ad accertare innanzi tutto la padronanza da parte dello studente delle tematiche affrontate nel corso e la sua capacità di collocarle correttamente nel contesto storico-culturale; in secondo luogo l'uso appropriato del lessico filosofico in relazione agli autori e ai testi presi in esame; infine l'efficacia critico-argomentativa nell'esposizione.

Obbiettivi Formativi

Il corso intende approfondire l'interazione delle diverse tradizioni culturali della Scolastica medievale in relazione alle tematiche più rilevanti dal punto di vista filosofico. Saranno privilegiati l'analisi e il commento di testi sull'argomento del corso.

Curriculum Docente

Letterio Mauro, laureato a Genova in filosofia con Cesare Vasoli, è Professore ordinario di Storia della filosofia nell'Ateneo genovese. Membro del comitato scientifico dell' edizione latino-italiana degli Opera omnia di Bonaventura e di varie riviste e collane filosofiche. Vice-Presidente del Centro di Studi bonaventuriani di Bagnoregio. Fa parte della Società italiana per lo studio del pensiero medievale, della Società italiana di Storia della Filosofia, e della Société Internationale pour l’étude de la philosophie médiévale e altri centri di studio. Si è occupato di varie figure del pensiero medievale (Bonaventura da Bagnoregio, Tommaso d’Aquino) e contemporaneo (Rosmini, Gioberti, Stein, Weischedel) circa la relazione tra ragione e fede, e del rapporto tra musica e filosofia dal tardo medioevo alla prima età moderna.