STORIA ECONOMICA

DOCENTE: ROLLANDI MARIA STELLA / ZANINI ANDREA
ANNO: 2015-2016
SSD: SECS-P/12
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: STORIA (2015-2016)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Parte I. La prima rivoluzione industriale (1750-1850). - I caratteri strutturali delle economie preindustriali - Le premesse della rivoluzione industriale inglese - Industrie traenti e innovazioni - I processi imitativi: Francia e Stati Uniti.

Parte II. La seconda rivoluzione industriale (1850-1950): Le fasi e le condizioni della crescita - Le attività produttive - La grande impresa - I percorsi nazionali: Gran Bretagna e Francia, Germania e Stati Uniti, Russia e Giappone - L'economia dell'Italia unita - La Prima guerra mondiale e le sue conseguenze - L'Unione Sovietica - La Grande depressione e le politiche anticrisi.

Parte III. L'economia contemporanea (1950-2013): Una nuova rivoluzione - La ricostruzione dell'economia mondiale - Dalla golden age alla crisi - Neoliberismo e globalizzazione - Sviluppo e sottosviluppo - Le economie sviluppate: Stati Uniti, Giappone, Unione Europea - L'economia italiana - La fine dell’economia pianificata - Il risveglio dell'Asia – L’America Latina e l’Africa.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Ennio De Simone, Storia economica. Dalla rivoluzione industriale alla rivoluzione informatica, Milano, Franco Angeli, 2014.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Parte I. La storia economica: La problematica– Le fonti – La critica delle fonti – La ricostruzione storico-economica.

Parte II. La prima rivoluzione industriale (1750-1850). - I caratteri strutturali delle economie preindustriali - Le premesse della rivoluzione industriale inglese - Industrie traenti e innovazioni - I processi imitativi: Francia e Stati Uniti.

Parte III. La seconda rivoluzione industriale (1850-1950): Le fasi e le condizioni della crescita - Le attività produttive - La grande impresa - I percorsi nazionali: Gran Bretagna e Francia, Germania e Stati Uniti, Russia e Giappone – L’economia dell'Italia unita - La Prima guerra mondiale e le sue conseguenze - L'Unione Sovietica - La Grande depressione e le politiche anticrisi.

Parte IV. L'economia contemporanea (1950-2013): Una nuova rivoluzione - La ricostruzione dell'economia mondiale - Dalla golden age alla crisi - Neoliberismo e globalizzazione - Sviluppo e sottosviluppo - Le economie sviluppate: Stati Uniti, Giappone, Unione Europea - L'economia italiana - La fine dell'economia pianificata - Il risveglio dell'Asia - L’America Latina e l’Africa.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Carlo M. Cipolla, La Storia economica, Bologna, Il Mulino, 2005.

Ennio De Simone, Storia economica. Dalla rivoluzione industriale alla rivoluzione informatica, Milano, Franco Angeli, 2014.

Metodi di Accertamento

Il corso prevede una prova orale. Il metodo di accertamento della preparazione dello studente è basato in primo luogo su domande generali, che consentono alla commissione esaminatrice di valutare la capacità di inquadrare gli argomenti, la proprietà di linguaggio riferito al lessico disciplinare in questione, la disinvoltura nell’utilizzare conoscenze specifiche e adeguate per illustrare il tema proposto anche effettuando appropriati collegamenti interdisciplinari, senza tuttavia allontanarsi dai temi oggetto del programma dell’esame. In secondo luogo la commissione, nel caso lo ritenga necessario, passerà a domande mirate al fine di valutare l’effettivo grado di preparazione su specifici contenuti della disciplina. L’interrogazione consiste in un colloquio articolato nel quale viene valutata la capacità di dialogo e di recettività dello studente relativamente a eventuali richieste di commento e chiarimento di aspetti peculiari emersi nel corso della sua esposizione.

Obbiettivi Formativi

Nel corso si guarderà allo sviluppo economico europeo nel quadro del sistema delle relazioni internazionali dal tardo Medioevo all’età contemporanea. In particolare sarà dedicata attenzione alle trasformazioni dell’economia italiana negli ultimi due secoli. Obiettivi dell’insegnamento, oltre alla descrizione dei fenomeni, sono l’ interpretazione e l’ individuazione delle determinanti del cambiamento, di cui si coglieranno anche le implicazioni in tema di storia sociale.

Curriculum Docente

Maria Stella Rollandi è professore ordinario di Storia economica presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova, dove insegna Storia economica e Storia delle relazioni economiche internazionali.
Si èlaureata con lode in Filosofia presso l’Università di Genova nel giugno 1971 con una tesi di Storia contemporanea sugli squilibri interregionali in Italia nel XIX secolo. Nel biennio 1973-1975 ha usufruito di una Borsa di Studio CNR presso l’Istituto di Storia Moderna e contemporanea dell’Università di Genova; successivamente è stata titolare di contratto quadriennale libero in Storia economica presso le Università di Sassari e di Genova. Qui ha proseguito la propria carriera, prima come ricercatrice confermata di Storia economica, poi come professore di seconda fascia e, dal 2005, in qualità di professore di prima fascia. Attualmente è componente del Senato Accademico dell’Università di Genova.
I suoi interessi di ricerca comprendono la formazione e la gestione dei patrimoni dell’aristocrazia e della borghesia genovesi dal XVI al XIX secolo; l’organizzazione del lavoro marittimo, con approfondimento degli aspetti connessi alla lunga transizione dalla navigazione a vela a quella a vapore; l’istruzione tecnico-professionale e sviluppo economico, con particolare attenzione all’istruzione nautica.
Ha coordinato numerosi progetti e gruppi di ricerca in qualità di responsabile, ha svolto attività di valutazione di progetti di ricerca e di referaggio per collane e riviste scientifiche.
È membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Economia presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova; socio della Società Italiana degli Storici Economici e revisore dei conti della stessa; socio della Società Ligure di Storia Patria e membro del Consiglio Direttivo della stessa; socio corrispondente dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere.


Andrea Zanini è professore associato di Storia economica presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova, dove insegna Storia economica e Storia economica del turismo.
Si è laureato con lode in Economia e Commercio presso l’Università di Genova nel febbraio 1998, discutendo una tesi in Storia delle relazioni economiche internazionali. Nell’aprile 2003 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Storia economica presso l’Università di Bari.
Dopo essere stato titolare di un assegno di ricerca presso il Dipartimento di Economia e Metodi quantitativi dell’Università di Genova, è risultato vincitore del concorso per ricercatore in Storia economica presso la Facoltà di Economia dello stesso Ateneo ed è entrato in ruolo nel dicembre 2005. Ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a professore di seconda fascia nella tornata 2012 e nel dicembre 2014 ha preso servizio come professore associato di Storia economica presso il Dipartimento di Economia. Attualmente è Coordinatore del Corso di Studi in Scienze del turismo: impresa, cultura e territorio.
I suoi principali interessi di ricerca riguardano lo sviluppo del turismo e dell’industria alberghiera in Italia dall’Ottocento a oggi e le sue implicazioni economiche e sociali, la formazione professionale e le strategie operative degli uomini d’affari in età preindustriale, la struttura dell’economia ligure e la sua evoluzione in età moderna e contemporanea.
Ha partecipato a numerosi progetti e gruppi di ricerca e ha presentato comunicazioni a importanti convegni nazionali e internazionali.
Fa parte del Comitato scientifico della collana Storia del turismo. Annale, promossa dall’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano-Comitato di Napoli e pubblicata dall’editore Franco Angeli. Ha inoltre operato quale referee e book reviewer per collane editoriali e riviste scientifiche italiane e straniere.
È membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Economia presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova, della Società Italiana degli Storici Economici e della Società Ligure di Storia Patria.