LETTERATURA LATINA

DOCENTE: SILVANA ROCCA
ANNO: 2013-2014
SSD: L-FIL-LET/04
CFU: 12

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: LETTERE (2013-2014)
MUTUAZIONI:
SCIENZE STORICHE, ARCHIVISTICHE E LIBRARIE (2013-2014) 6 CFU
CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (2013-2014) 9 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

La letteratura latina dalle origini ad Apuleio, con particolare riferimento ai seguenti autori: Livio Andronico, Ennio, Plauto, Terenzio, Lucrezio, Catullo, Cesare, Cicerone, Sallustio, Varrone, Virgilio, Orazio, Tibullo, Properzio, Ovidio, Livio, Fedro, Seneca, Lucano, Persio, Petronio, Plinio il Vecchio, Quintiliano, Marziale, Giovenale, Plinio il Giovane, Tacito, Svetonio, Apuleio.

Temi e forme del mito nella letteratura latina:
lettura e traduzione di Ovidio, 'Metamorfosi', libro I 1-451; Apuleio, 'Metamorfosi', IV 28 - V 20.
E’ apprezzata la lettura metrica.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

F. DELLA CORTE, Mitologia classica, Genova 2012
G. B. CONTE, 'Letteratura latina: Dall’alta repubblica all’età di Augusto' e 'Letteratura latina: L’età imperiale', Firenze Le Monnier 2012 o altro manuale in uso nei Licei

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Autori, temi e problemi della letteratura latina dalle origini ad Apuleio, con particolare riferimento ai seguenti autori: Livio Andronico, Ennio, Plauto, Terenzio, Lucrezio, Catullo, Cesare, Cicerone, Sallustio, Varrone, Virgilio, Orazio, Tibullo, Properzio, Ovidio, Livio, Fedro, Seneca, Lucano, Persio, Petronio, Plinio il Vecchio, Quintiliano, Marziale, Giovenale, Plinio il Giovane, Tacito, Svetonio, Apuleio.

Temi e forme del mito nella letteratura latina:
lettura e traduzione di Ovidio, 'Metamorfosi', libro I 1-567; Apuleio, 'Metamorfosi', IV 28 - V 31.
E’ apprezzata la lettura metrica.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

F. DELLA CORTE, Mitologia classica, Genova 2012
G. B. CONTE, 'Letteratura latina: Dall’alta repubblica all’età di Augusto' e 'Letteratura latina: L’età imperiale', Firenze Le Monnier 2012 o altro manuale in uso nei Licei

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

La prospettiva dei generi, i modelli, il pubblico nella letteratura latina dalle origini ad Apuleio, con particolare riferimento ai seguenti autori: Livio Andronico, Ennio, Plauto, Terenzio, Lucrezio, Catullo, Cesare, Cicerone, Sallustio, Varrone, Virgilio, Orazio, Tibullo, Properzio, Ovidio, Livio, Fedro, Seneca, Lucano, Persio, Petronio, Plinio il Vecchio, Quintiliano, Marziale, Giovenale, Plinio il Giovane, Tacito, Svetonio, Apuleio.

Temi e forme del mito nella letteratura latina:
lettura e traduzione di Ovidio, 'Metamorfosi', libro I 1-779; Apuleio, 'Metamorfosi', IV 28 - VI 24.
E’ apprezzata la lettura metrica.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

F. DELLA CORTE, Mitologia classica, Genova 2012
G. B. CONTE, 'Letteratura latina: Dall’alta repubblica all’età di Augusto' e 'Letteratura latina: L’età imperiale', Firenze Le Monnier 2012 o altro manuale in uso nei Licei

Metodi di Accertamento

L'esame prevede una prova scritta e una prova orale. La prova scritta, il cui superamento è condizione necessaria per accedere alla prova orale, si svolge con l’ausilio del vocabolario e consiste nella traduzione di un brano di prosa latina. La prova orale consiste nella lettura, traduzione e commento dei testi e nella verifica delle conoscenze di letteratura latina in programma.

Obbiettivi Formativi

Fornire metodi e strumenti per l’interpretazione e la traduzione di testi letterari latini; fare individuare i caratteri salienti della letteratura latina attraverso la collocazione degli autori nella trama generale della storia letteraria, i diversi generi letterari, le tradizioni di modelli e di stile, i topoi; far riconoscere gli apporti di pensiero, di categorie mentali e di linguaggio fornite dalla letteratura latina alla formazione della cultura europea.

Curriculum Docente

Silvana Rocca si è laureata in Lettere classiche presso l’Università degli Studi di Genova e ivi Perfezionata nel corso biennale in Filologia classica. È Professore Ordinario di Letteratura latina presso la sezione D.AR.FI.CL.E T. “F. Della Corte” del D.A.FI.ST. (Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia) e docente di Didattica del latino. È Direttore dei Corsi di Perfezionamento in “Approcci e Metodi per la didattica delle discipline classiche” e di “Cultura classica e Tradizione europea”; è stata Direttore del D.AR.FI.CL.E T. “F. Della Corte”; vice-direttore del D.A.FI.ST.; è stata Direttore della SSIS Liguria e Direttore del CARED (Centro di Ateneo per la Ricerca Educativa e Didattica); membro del Collegio dei docenti del Dottorato in Filologia classica. Coordina in seno alla Consulta Universitaria di Studi Latini la Commissione Scuola. È membro dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere.
È autrice di alcune monografie (tra cui Etologia Virgiliana, Animali e uomini in Cicerone) e numerose curatele, articoli e saggi. Linee di ricerca: gli animali nel mondo antico e i loro rapporti con il paesaggio; l’idea di preistoria negli autori latini; intertestualità e arte allusiva; forme del linguaggio e civiltà delle parole: studi sul lessico latino.
Si occupa della diffusione di nuove metodologie didattiche per l'insegnamento del latino (è stata membro del Direttivo dell’IRRSAE Piemonte e poi Liguria), in relazione all'evolversi dei metodi di educazione e delle istituzioni scolastiche (a partire dalla sua prima pubblicazione di didattica Avviamento alla Didattica del Latino del 1979), promuovendo tra l'altro la Certificazione linguistica di latino CUSL; anche per questi aspetti collabora con le Università di Franche-Comté, di Bourgogne, con l’Universidad Autònoma de Barcelona e con la Universidade de Coimbra.
Organizza annualmente dal 1986 il Convegno “Latina Didaxis” di cui cura la pubblicazione degli Atti; dirige la rivista di saggistica e didattica “Silvae di Latina Didaxis” da lei fondata nel 2000; è codirettore della Collana di Pubblicazioni del Darficlet; fa parte del Comitato scientifico della Collana di studi “Echo”.