Filologia italiana

DOCENTE: MARCO BERISSO
ANNO: 2015-2016
SSD: L-FIL-LET/13
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: LETTERE (2015-2016)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

a) Che cos'è la filologia della letteratura italiana?

Elementi essenziali relativi alle metodologie di ricostruzione testuale, con particolare riferimento al cosidetto post-lachmannismo e pecualiare attenzione alla filologia della letteratura italiana. Alcune lezioni verranno dedicate alle problematiche specifiche della filologia dei testi a stampa e alla cosiddetta filologia d'autore

b) Lineamenti di storia della tradizione letteraria italiana

Profilo della storia della tradizione testuale della letteratura italiana, dalle Origini sino al Novecento

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

a) Pasquale Stoppelli, Filologia della letteratura Italiana, Roma, Carocci, 2008

b) I materiali relativi a questa parte del corso saranno forniti a lezione

Ulteriori materiali relativi alla parte a) saranno indicati a lezione

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

a) Che cos'è la filologia della letteratura italiana?

Elementi essenziali relativi alle metodologie di ricostruzione testuale, con particolare riferimento al cosidetto post-lachmannismo e pecualiare attenzione alla filologia della letteratura italiana. Alcune lezioni verranno dedicate alle problematiche specifiche della filologia dei testi a stampa e alla cosiddetta filologia d'autore.

b) Lineamenti di storia della tradizione letteraria italiana

Profilo della storia della tradizione testuale della letteratura italiana, dalle Origini sino al Novecento.

c) Elementi di filologia dantesca

Problemi relativi alla tradizione delle opere latine e volgari di Dante

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

a) Pasquale Stoppelli, Filologia della letteratura Italiana, Roma, Carocci, 2008

b) I materiali relativi a questa parte del corso saranno forniti a lezione

c) Saverio Bellomo, Filologia e critica dantesca, Brescia, La Scuola 2012.

Ulteriori materiali relativi alle parti a) e c) saranno indicati a lezione

Metodi di Accertamento

Verifica orale dei contenuti disciplinari indicati a lezione

https://www.youtube.com/watch?v=DKHRU9HmqEM

Obbiettivi Formativi

Lo studente dovrĂ  acquisire a livello teorico gli elementi fondamentali della critica testuale, con particolare riferimento al cosiddetto neo- (o post-) lachmannismo. Come conseguenza di tale apprendimento, dovrĂ  essere in grado di usufruire senza difficoltĂ  di una qualsiasi edizione critica di un testo letterario e di affrontarla con le necessarie competenze interpretative. SarĂ  inoltre necessario che lo studente possieda le nozioni fondamentali di bibliografia testuale (filologia dei testi a stampa). DovrĂ  inoltre acquisire conoscenze specifiche nel campo della storia della tradizione della letteratura italiana, sia relativamente ai principali manoscritti e stampe che riportano i testi di essa e al loro organizzarsi in tradizioni testuali, sia in merito alla trasmissione dei testi dei principali autori.

Curriculum Docente

Marco Berisso si è laureato presso l’Università di Genova. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di Firenze, è stato borsista al Centro di Ricerche Filologiche dell’Accademia della Crusca e assegnista presso il DIRAS dell’Università di Genova. Ha partecipato al progetto “Letteratura italiana delle Origini” (L.I.O.) promosso dalla Fondazione “Ezio Franceschini” di Firenze ed è stato redattore del “Tesoro della Lingua Italiana delle Origini” (T.L.I.O.) presso il centro CNR dell’“Opera del Vocabolario Italiano” sempre a Firenze. Professore associato di Filologia italiana, si è occupato prevalentemente di poesia due-trecentesca (con pubblicazioni e interventi relativi alla lirica sino a Dante, alla produzione didascalico-allegorica, alle forme e generi metrici, alla poesia comico-realistica) e di testi otto-novecenteschi.