STORIA DELLE TECNICHE ARTISTICHE

DOCENTE: MARIA CLELIA GALASSI
ANNO: 2015-2016
SSD: L-ART/04
CFU: 6

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (2015-2016)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Considerando un arco temporale compreso tra Medioevo ed Età neoclassica, il corso prenderà in esame i principali mutamenti tecnici delle seguenti arti: scultura, ceramica, stucco, vetri, smalti, disegno, incisione, mosaico, tarsie, vetrate e arazzi. La tecnica della pittura sarà analizzata in modo più dettagliato. Attraverso la lettura delle fonti e la discussione dei dati provenienti dalle analisi tecnico-scientifiche, verranno illustrati i materiali, i metodi di progettazione e quelli di esecuzione che nel corso dei secoli hanno caratterizzato la produzione su tavola, tela e muro. Particolare attenzione sarà data allo studio dell'underdrawing, in riferimento alla pittura su tavola di età rinascimentale

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

C.Cennini, Il libro dell'arte, ed. a cura di F.Frezzato, Vicenza, Neri Pozza, 2004

Le tecniche artistiche, a cura di C.Maltese, Milano, Mursia, 1973 o edizioni successive 

Preparazione e finiture delle opere pittoriche. Materiali e metodi, a cura di C.Maltese, Milano, Mursia 1993

M.C.Galassi, La tecnica pittorica dei primitivi Fiamminghi, in Pittura Fiamminga in Liguria, Secoli XIV-XVII, a cura di P.Boccardo e C. Di Fabio, Cinisello Balsamo (MI), Silvana Editoriale, 1997, pp.127-149


Art in the Making. Underdrawings in Renaissance Paintings, a cura di D. Bomford, Londra 2002

Metodi di Accertamento

La valutazione avverrà attraverso un esame orale in cui verranno accertate: la conoscenza e la comprensione della bibliografia; la capacità di esposizione; la proprietà di linguaggio; la capacità di leggere e interpretare fotografie di manufatti artistici.

Obbiettivi Formativi

L’insegnamento di “Storia delle tecniche artistiche” fornisce i lineamenti della storia del restauro dal Cinquecento a oggi e nozioni di base sulla teoria e la metodologia del restauro, con particolare riguardo per le opere di pittura e scultura.


Curriculum Docente

Studi
Laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Genova (1977), si è perfezionata in Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Firenze (1982) e ha conseguito il titolo di dottore di ricerca presso l’Università degli Studi di Milano (1987).

Posizione
Dal 2000 è Professore Associato presso l’Università degli Studi di Genova (Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo – DIRAS), inquadrata nel settore scientifico-disciplinare L-ART/04 (Museologia e Critica Artistica e del Restauro).
Nell 2014 è stata dichiarata idonea a ricoprire il ruolo di Professore Ordinario (Abilitazione Scientifica Nazionale 2012) in questo settore.
Posizioni precedenti:
1999-2000: ricercatore presso l’Università degli Studi di Genova
1993-1998: ricercatore presso l’Università degli Studi di Udine
1993-1998: funzionario direttivo dei Musei Civici del Comune di Genova, con ruolo di Conservatore del Museo G.Luxoro di Genova Nervi

Incarichi didattici
Presso l’Università degli Studi di Genova insegna:
• Storia delle Tecniche Artistiche (Laurea triennale in Conservazione dei Beni Culturali)
• Storia della comunicazione museale (Laurea Magistrale in Digital Humanities – Comunicazione e Nuovi Media)
• Metodologia della storia dell’arte (Laurea Magistrale in Storia dell’Arte e Valorizzazione del Patrimonio Storico-Artistico)
• Storia e tecnica del Restauro (Laurea Magistrale in Metodologie per la Conservazione e il restauro dei Beni Culturali)
E’ inoltre docente presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici e fa parte del collegio dei docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in studio e Valorizzazione del Patromonio Storico, artistico-archiettonico e ambientale

Cariche accademiche
Dal 24 novembre 2015 è coordinatore della Scuola di Dottorato in Studio e Valorizzazione del Patrimonio Storico, Artistico-Architettonico e Ambientale dell’Università degli Studi di Genova.
Dal Novembre 2000 è responsabile del Laboratorio per l’analisi riflettografica nell’infrarosso (LabIR), presso il DIRAAS. Università degli Studi di Genova
Dal 2003 al 2009 ha diretto la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici dell’Università degli Studi di Genova.

Erasmus Partenerships
• 2011-presente: partner per il programma Erasmus con l’Universidad de Cordoba e l’Université Lumière Lyone 2
• 2002-presente: partner per il programma Erasmus con l’Université Libre de Bruxelles e la Universiteit Ghent

Visiting Professor
• A.A. 2003-04: Universiteit Ghent, Mobilità Docenti per attività didattica, Azione Erasmus STA
• Luglio 2001: docente nel corso CONSERVATION-RESTAURATION ET TECHNIQUES D’EXECUTION DES BIENS MOBILIERS (ENSEIGNEMENTS THEORIQUES): “Technologie de la peinture murale italienne des XIVe at Xve siécles”. Programma Intensivo Socrates, Université Libre de Bruxelles, Coordinatore Prof. C.Périer D’Ieteren).
• Luglio 1998: docente nel corso CONSERVATION-RESTAURATION ET TECHNIQUES D’EXECUTION DES BIENS MOBILIERS (ENSEIGNEMENTS THEORIQUES): “Technique picturale italienne XIVe-XVe siècles. Fresques et panneaux”. Programma Intensivo Socrates, Université Libre de Bruxelles, Coordinatore Prof. C.Périer D’Ieteren).

Progetti di ricerca finanziati
2011-2012: Fondi di ricerca di Ateneo (PRA 2011)
Responsabile scientifico del progetto: Materiali e strumenti, genesi progettuale e tecniche esecutive del disegno genovese (secoli XVI e XVII). Finanziamento ottenuto: 3.500 euro.

2007-2009: Programma di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN 2007)
Responsabile scientifico dell’Unità di ricerca dell’Università di Genova. Tutolo della ricerca: INDAGINI DOCUMENTARIE E RIFLETTOGRAFICHE PER UN REPERTORIO DI REPLICHE, COPIE, IPER-RESTAURI E FALSI DA MODELLI DELLA PITTURA RINASCIMENTALE ITALIANA. Finanziamento totale assegnato: 10.000 Euro.

2005-2007: Programma di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN 2005)
Responsabile scientifico dell’Unità di ricerca dell’Università di Genova. Titolo della ricerca: ANALISI RIFLETTOGRAFICHE E SPETTROSCOPICHE PER UN REPERTORIO TECNICO-SCIENTIFICO DI MINIATURE E DIPINTI FIAMMINGHI (SECOLI XV E XVI) CONSERVATI IN LOMBARDIA, IN PARTICOLARE NELLE PROVINCIE DI MILANO, BERGAMO, PAVIA, VARESE E COMO. Finanziamento totale assegnato: 26.430 Euro.

2003-2005: Programma di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN 2003)
Responsabile scientifico dell’Unità di ricerca dell’Università di Genova. Titolo della ricerca: STUDIO DEL DISEGNO SOGGIACENTE E DELLE TECNICA PITTORICA NEI DIPINTI LIGURI E FIAMMINGHI PRESENTI IN LIGURIA (SECOLI XV E XVI). Finanziamento totale assegnato : 31.400 Euro. Durata 24 mesi


Attività come valutatore di progetti
• 2014-2019: valutatore dei progetti del Programme "Actions de recherche concertées" (ARC), Advanced Projects, Université Libre de Bruxelles
• 2012 – presente : Membro dell'albo dei revisori per la valutazione dei programmi di ricerca ministeriale (MIUR)

Fellowships
• 2016: P.Mellon Senior Fellowship presso il Center for Advanced Study in the Visual Arts (CASVA) della Nationa Gallery di Washington per una ricerca su Jan Massys e la raffigurazioen della bellezza femminile nella pittura fiamminga (1530-1570).
• Gennaio - Giugno 2010: Fellowship presso il Flemish Academic Center for Science and the Arts di Bruxelles (VLAC), perin una ricerca sulla produzione e le tecniche operative nell’ambito della bottega di Quinten Massys.
• 2003-2004: Fellowship for Research in Conservation and History of Art and Archaeology, presso il Center for Advanced Study in the Visual Arts (CASVA) della National Gallery di Washington, per una ricerca sulla tecnica dei pittori fiorentini di primo Quattrocento.

Memberships
Fa parte della Consulta Universitaria Nazionale di Storia dell’Arte (CUNSTA) e della Società Italiana di Storia della Critica d’Arte (SISCA): E’ inoltre membra della Associazione Historians of Netherlandish Art (HNA) e dells Renaissance Society of America (RSA)

Ambiti di ricerca
La sua attività di ricerca è incentrata su temi relativi alla storia delle tecniche pittoriche e grafiche di età moderna, alle relazioni artistiche tra Italia e Fiandre e alla storia della tutela, restauro e collezionismo a Genova nell’Ottocento.
I suoi contributi sulla storia delle tecniche artistiche si sono focalizzati su problematiche inerti all’organizzazione del lavoro all’interno delle botteghe e allo studio dei procedimenti operativi, in particolare delle fase progettuali, indagate per mezzo della riflettografia all’infrarosso. Tra gli artisti studiati, figurano Hans Memling, Filippino Lippi, Vincenzo Foppa, Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Andrea Mantegna, Perino del Vaga, Jan Massys e Luca Cambiaso. A partire dal 1994 ha partecipato con continuità ai Colloques pour l’étude du dessin sous-jacent et de la technologie dans la peinture, organizzati dall’Université Catholique di Louvain-La.-Neuve e dall’IRPA di Bruxelles. Più recentemente, ha esteso le sue indagini riflettografiche al terreno della grafica, sviluppando una ricerca sulle tecniche progettuali nel disegni genovese di Sei e Settecento.
Gli studi sui rapporti tra Italia e Fiandre hanno riguardato episodi di committenza, diffusione commerciale e fortuna collezionistica della pittura nederlandese nel Quattro e Cinquecento in primo luogo in Liguria, ma anche in Lombardia e Sardegna. Su queste tematiche ha organizzato i seguenti convegni:
• 2015: NORD/SUD. Flemish Painting and Genoese Patronage: New Achievements, International Workshop, Genova, 6 novembre 2015
• 2010: Depicting the City: Urban Views as Historical Sources, 10th International Conference on Urban History, Ghent, 1-4 settembre 2010, Session M18
• 2010: Quinten Metsys, his Workshop and Circle, Seminar, The Flemish Academic Centre for Science and the Arts, Brussels, 31 maggio-1 giugno 2010
• 2007: Nord/Sud. Ricezioni fiamminghe al di qua delle Alpi, Convegno Internazionale di Studi, Padova, 25-27 ottobre 2007
• 2005: NORD/SUD. Presenze e ricezioni fiamminghe in Liguria, Veneto e Sardegna. Prospettive di studio e indagini tecniche, Workshop Internazionale, Genova, 28-29 ottobre 2005

Relativamente ai temi legati alla conservazione e al restauro in Liguria nel corso dell’Ottocento, ha investigato, in particolare sulla base di ricerche condotte presso l’Archivio dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova e l’Archivio Storico del Comune di Genova, vicende legate agli stacchi degli affreschi e alla compagne condotte di restauro condotte dal “riparatore” Venceslao Bigoni, mandato in Liguria da Giovanni Battista Cavalcaselle. Ha inoltre approfondito il ruolo svolto da intellettuali e artisti quali Federigo Alizeri e Tammar Luxoro nell’ambito del dibattito cittadino circa i temi della tutela e salvaguardia del patrimonio artistico genovese.

Pubblicazioni
E’ presente in campo nazionale e internazionale con oltre 130 monografie, articoli e relazioni di convegni.
Tra i volumi si segnalano: Il disegno svelato. Progetto e immagine nella pittura italiana del primo Rinascimento (Nuoro, 1998) che costituisce la prima monografia dedicata al tema dell’underdrawing apparsa in Italia; Culture figurative a confronto tra Fiandre e Italia dal XV al XVII secolo, a cura di A.De Floriani e M.C.Galassi, Cinisello Balsamo, Milano, 2008; L’Underdrawing del disegno genovese. Dentro la genesi dell’opera grafica attraverso l’esame nell’infrarosso, a cura di M.C.Galassi e M.Priarone, Genova 2014, dedicato alla tecnica del disegno Genovese nel Sei e Settecento