PREISTORIA E PROTOSTORIA

DOCENTE: FABIO NEGRINO
ANNO: 2015-2016
SSD: L-ANT/01
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (2015-2016)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il corso si propone di fornire le conoscenze di base relative all’origine e all’evoluzione dell’uomo e allo sviluppo delle sue culture nel periodo compreso tra il Paleolitico inferiore e la prima età del Ferro. La problematica è affrontata secondo una visione prettamente antropologica, utile a comprendere e a definire i processi che hanno caratterizzato lo sviluppo e la trasformazione delle comunità umane durante la preistoria e la protostoria, anche in relazione alle mutazioni del clima e dell’ambiente. Si tratterà, in particolare, dei processi di ominazione, delle più antiche culture paleolitiche, dell’uomo di Neandertal e della sua scomparsa, dell’origine ed espansione dell’uomo anatomicamente moderno, delle società di cacciatori-raccoglitori del Paleolitico superiore e del Mesolitico, del pensiero simbolico e delle manifestazioni d’arte, della sedentarizzazione, dell’avvento e della diffusione dell’agricoltura durante il Neolitico, della scoperta della metallurgia, della nascita delle prime civiltà urbane e quindi del lento passaggio alla storia. Sebbene particolare attenzione venga data a quanto accaduto nella penisola italiana, verranno altresì illustrate, al fine di capire l’origine e l’ampiezza di certi fenomeni, le evidenze archeologiche di altre aree del Mediterraneo e di altri continenti. Infine, saranno anche fornite informazioni inerenti alle più aggiornate metodologie di indagine scientifica e di ricerca, imprescindibili per una corretta e rigorosa lettura del dato archeologico.

Il programma per i 6 CFU riguarderà esclusivamente l'arco cronologico compreso tra il Paleolitico superiore e la fine dell'età del Bronzo, nonché i fondamenti metodologici della disciplina.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

- Colin Renfrew, 2011. Preistoria – L’alba della mente umana. Einaudi, Torino.
- Daniela Cocchi Genick, 2009. Preistoria. QuiEdit, Verona.

Ulteriore ed eventuale bibliografia verrà indicata a lezione.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Il corso si propone di fornire le conoscenze di base relative all’origine e all’evoluzione dell’uomo e allo sviluppo delle sue culture nel periodo compreso tra il Paleolitico inferiore e la prima età del Ferro. La problematica è affrontata secondo una visione prettamente antropologica, utile a comprendere e a definire i processi che hanno caratterizzato lo sviluppo e la trasformazione delle comunità umane durante la preistoria e la protostoria, anche in relazione alle mutazioni del clima e dell’ambiente. Si tratterà, in particolare, dei processi di ominazione, delle più antiche culture paleolitiche, dell’uomo di Neandertal e della sua scomparsa, dell’origine ed espansione dell’uomo anatomicamente moderno, delle società di cacciatori-raccoglitori del Paleolitico superiore e del Mesolitico, del pensiero simbolico e delle manifestazioni d’arte, della sedentarizzazione, dell’avvento e della diffusione dell’agricoltura durante il Neolitico, della scoperta della metallurgia, della nascita delle prime civiltà urbane e quindi del lento passaggio alla storia. Sebbene particolare attenzione venga data a quanto accaduto nella penisola italiana, verranno altresì illustrate, al fine di capire l’origine e l’ampiezza di certi fenomeni, le evidenze archeologiche di altre aree del Mediterraneo e di altri continenti. Infine, saranno anche fornite informazioni inerenti alle più aggiornate metodologie di indagine scientifica e di ricerca, imprescindibili per una corretta e rigorosa lettura del dato archeologico.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

- Giorgio Manzi, 2007. L’evoluzione umana. Farsi un’idea, 141. Il Mulino, Bologna.
- Daniela Cocchi Genick, 2009. Preistoria. QuiEdit, Verona.

Più un libro a scelta tra:
- Svante Pääbo, 2014. L'uomo di Neanderthal. Giulio Einaudi Editore, Torino.
- Colin Renfrew, 2011. Preistoria – L’alba della mente umana. Einaudi, Torino.

Ulteriore ed eventuale bibliografia verrà indicata a lezione.

Metodi di Accertamento

- Verifica attraverso esame orale degli argomenti trattati.

- Gli studenti non frequentanti sono tenuti a concordare il programma d’esame con il docente e quindi a CONTATTARMI quanto prima (via mail, via telefono o presentandosi durante le mie ore di ricevimento).

- Tutti gli studenti (anche i non frequentanti), per essere costantemente informati su lezioni, laboratori, uscite didattiche e ricevimenti, nonché per scaricare il materiale didattico, DEVONO iscriversi all'aul@web.

Obbiettivi Formativi

L'insegnamento di “Preistoria e Protostoria” si propone di fornire un quadro generale dello sviluppo delle culture dal Paleolitico inferiore all'Età del Bronzo Finale, partendo dai concetti generali dei periodi, per poi concentrarsi sulle culture che hanno caratterizzato l’evoluzione della preistoria in Italia.

Curriculum Docente

Fabio Negrino ha conseguito il dottorato di ricerca in archeologia preistorica presso l’Università La Sapienza di Roma. Si è laureato in lettere classiche e specializzato in archeologia, nonché ottenuto una borsa post-doc, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Pisa. Si è occupato di differenti aspetti della ricerca preistorica e protostorica, dal Paleolitico inferiore all’età dei metalli, approfondendo sia le problematiche più prettamente culturali sia quelle di carattere ambientale. Ha partecipato a numerosi scavi archeologici in Italia e all’estero. Attualmente dirige due progetti: il primo relativo all’estinzione dei neandertaliani e all’origine e diffusione dell'uomo anatomicamente moderno (scavi al Riparo Bombrini e all'Arma Veirana, in Liguria), il secondo invece allo studio del popolamento dell’Appennino ligure-emiliano durante la preistoria, con particolare attenzione all’estrazione e allo sfruttamento della radiolarite o diaspro (scavo di Ronco del Gatto, in Emilia Romagna). E' visiting professor presso il laboratorio di "Cultures et Environnement - Préhistoire, Antiquité, Moyen-Âge" (CEPAM - CNRS) di Nizza (Francia), anche al fine di favorire master e dottorati in co-tutela. Ha in attivo più di 100 lavori su riviste nazionali e internazionali, su atti di convegno e monografie.