Piani di studio

Si ricorda che i piani di studio possono essere presentati dal 23 Settembre al 31 Ottobre 2014. Coloro che si iscrivono al primo anno possono presentare il piano entro il 30 Aprile 2015.

Articolo 27 (Piani di Studio) del Regolamento didattico di Ateneo:

1. Lo studente può presentare annualmente il proprio piano di studio, nel rispetto dell’ordinamento
didattico e del regolamento del corso di studio anche con riguardo alle propedeuticità, osservando le
modalità previste nel manifesto degli studi.
2. Il piano di studio può essere articolato su una durata più lunga rispetto a quella ordinaria, ovvero,
in presenza di un rendimento didattico eccezionalmente elevato nell’anno accademico precedente,
su una durata più breve.
3. I piani di studio sono approvati dal consiglio del corso di studio. Il piano di studio non aderente ai
curricula inseriti nella banca dati ministeriale dell’offerta formativa, ma conforme all’ordinamento
didattico ovvero articolato su una durata più breve rispetto a quella normale, è approvato sia dal
consiglio di corso di studio sia dal consiglio di dipartimento.
Non possono essere approvati piani di studio difformi dall’ordinamento didattico.
4. Le delibere di cui al comma 3 sono assunte, di norma, entro trenta giorni dal termine fissato per
la presentazione dei piani.

Pubblicato lunedì 01 settembre 2014

Orientamenti vecchio ordinamento

Per vedere le informazioni sul passato e il vecchio sito si può andare all'indirizzo http://www.dif.unige.it/biennio/ori.htm

Qui si possono vedere gli orientamenti del vecchio ordinamento, che sono stati abiliti con la legge Gelmini, ma danno comunque un'idea delle linee di ricerca e didattica presenti nel corso di laurea magistrale.

 

Pubblicato martedì 03 settembre 2013

English at Metodologie Filosofiche

Some courses will be partially taught in English, depending on the presence of foreign students wishing to attend.

Examples:
Advanced Cognitive Psychology (Alberto Greco);
Methodology of Human Sciences (Michele Marsonet);
Ontology (Massimiliano Vignolo);
Public Ethics (Valeria Ottonelli);
Theories of Communication (Carlo Penco).

Pubblicato martedì 03 settembre 2013

Avvisi archiviati

Verifiche per l'accesso alla Magistrale di Metodologie Filosofiche (a.a. 2014-15)

25 settembre 2014 h. 15

16 ottobre 2014 h. 15

20 novembre 2014 h. 15

29 gennaio 2015 h. 9

19 febbraio 2015 h. 9

27 marzo 2015 h. 9

Le verifiche si svolgeranno nello studio del Prof. Mauro (I piano Balbi 4, accanto alla biblioteca di filosofia).

Si rammenta che la VERIFICA DEI REQUISITI DI ACCESSO prevista per l'iscrizione ai Corsi di Studio della Facoltà non ha carattere selettivo né prefigura alcun numero chiuso.

Il colloquio d'accesso non è un esame, ma una verifica delle competenze acquisite nel triennio.

I laureati triennali in Filosofia con voto superiore a 105 non devono sostenere alcun colloquio.

Gli altri studenti (chi non ha una laurea in filosofia o chi ha una votazione inferiore) devono presentarsi con l'elenco degli esami sostenuti ai colloqui o mettersi in contatto con il Coordinatore del corso di laurea. E' opportuno che gli studenti laureati in altre Università si presentino al Coordinatore del Corso di Laurea o a un membro della Commissione piani di studio.

 

Pubblicato martedì 02 settembre 2014

Consigli per i piani di studio

Il corso di laurea in Metodologie Filosofiche consente un ampio numero di possibili percorsi di studio. E’ possibile ad esempio inserire insegnamenti di storia per chi volesse insegnare al liceo e non avesse completato nel triennio i crediti necessari per la classe 37. Da quest’anno, il corso di laurea offre anche tutti gli insegnamenti (in ambito psicologico, pedagogico, sociologico) utili per completare i crediti necessari per insegnare nella classe 36. Sono possibili anche percorsi “incrociati”, che diano ad es. maggiore spazio a temi etici o etico-politici, psicologici, epistemologici, storico-filosofici, a seconda degli interessi culturali dello studente.

Linee-guida per la compilazione dei piani di studio

Per delineare un percorso personale occorre rispettare il complicato bilanciamento delle varie tipologie di attività formative definite dal Ministero come Caratterizzanti e Affini-Integrative. Lo studente dunque, se intende preparare il proprio piano di studi personale, deve far attenzione a rispettare il numero di crediti complessivo previsto nel Manifesto degli studi per queste tipologie di attività. Inoltre occorre far attenzione anche a rispettare il numero di crediti previsto per ciascuna delle sottodivisioni presenti all’interno delle attività Caratterizzanti (Discipline classiche, storiche, antropologiche e politico-sociali, Istituzioni di filosofia, Storia della filosofia, Storia delle scienze).
E’ anche possibile presentare un piano di studio “libero”, inserendo discipline non previste nel Manifesto ma attivate in Ateneo, purchè appartengano a settori scientifico-disciplinari previsti nel Manifesto o nell’Ordinamento didattico e non eccedano i crediti previsti per tali settori. Lo studente che presenta un piano di studio “libero” dovrà fornire adeguate motivazioni culturali per le sue scelte e il piano stesso dovrà essere approvato “in deroga”, non solo dal Consiglio di Corso di Laurea come per tutti i piani, ma anche dal Consiglio di Dipartimento.

Pubblicato martedì 02 settembre 2014