Il voto di laurea viene determinato partendo dalla media in centodecimi dei voti
(arrotondata per difetto sotto lo 0,500 millesimi e per eccesso sopra lo 0,500 millesimi).

Per le lauree triennali, se il candidato si laurea entro la durata legale prevista, la Commissione aggiunge automaticamente 1 punto alla media dei voti. La Commissione può inoltre aggiungere fino a 3 punti, riferiti alla qualità dell’elaborato e della discussione.

Per le lauree magistrali ai fini della valutazione è possibile assegnare fino a un massimo di 6 punti.

Per le lauree quadriennali il sistema di attribuzione del voto non fissa un tetto di punti da aggiungere alla media dei voti. La Commissione ha la più ampia discrezionalità.

Agli studenti che hanno partecipato ad un programma di mobilità internazionale per motivi di studio, nel corso del quale hanno sostenuto con esito positivo esami curriculari per almeno 12 CFU, verrà attribuito 1 (uno) punto aggiuntivo.

L’eventuale aggiunta della lode alla votazione finale di 110 su 110 è concessa dalla Commissione solo con riferimento alla valutazione dell’elaborato finale.